Theta, il progetto crypto per una nuova fruizione dei video
Theta, il progetto crypto per una nuova fruizione dei video
Blockchain

Theta, il progetto crypto per una nuova fruizione dei video

By Eleonora Spagnolo - 2 Giu 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Theta è un progetto crypto e blockchain salito agli onori delle cronache per una serie di ragioni.

La prima di tutte è la partnership con Samsung che ha scelto Theta per trasmettere contenuti sportivi. I contenuti di Theta Tv in pratica saranno integrati in tutti gli smartphone Samsung top di gamma. Quando questa notizia è stata ufficializzata, la crypto Theta ha sperimentato un salto in alto del proprio valore, letteralmente lievitato. Poi è arrivato anche l’ingresso di Google Cloud come validatore. E Theta è andata sempre più su. 

Cos’è Theta

Theta Network si presenta come una piattaforma di contenuti video basata su blockchain. Il suo obiettivo è rendere la diffusione di contenuti in streaming decentralizzata.

Theta infatti parte dal contesto attuale, in cui un creatore di contenuti li cede a una piattaforma di streaming, grazie a cui arrivano agli utenti. Tuttavia in gran parte del mondo questo sistema sconta problemi di qualità, mentre la centralizzazione implica un guadagno ridotto per i creatori.

Theta risponde a questo problema creando un network dove gli utenti che vedono i contenuti sono ricompensati in token Theta Fuel e sono incentivati a dividere la loro banda con altri utenti.

Il progetto di Theta parte da Sliver.tv, azienda impegnata nello sviluppo di tecnologie di streaming video basate su realtà virtuale e proiezione a 360°. 

Non è un caso che i fondatori di Theta Network siano gli stessi di Sliver TV: 

  • Mitch Liu. CEO e co fondatore di Sliver.tv, piattaforma leader di esport impegnata a brevettare nuovi modi per godere di questi eventi in una realtà sempre più immersiva. Liu è anche noto per essere tra i fondatore di Game View Studios, celebre per il videogame mobile Tap Fish, che vanta 100 milioni di download.
  • Jieyi Long. È l’altro cofondatore di Sliver.tv, oggi anche CTO di Theta, alla guida del team tecnico della piattaforma. Ha già sviluppato ed ottenuto numerosi brevetti per tecnologie di live streaming in realtà virtuale e videogame. 

È da sottolineare tra i media advisor la presenza di Steve Chen, cofounder di Youtube

La roadmap di Theta

Nella sua roadmap, Theta prevede di proseguire il 2020 con il lancio del Guardian Nodes sulla mainnet e con il supporto dei video on demand sul protocollo streaming. L’anno proseguirà con l’implementazione di un file sharing decentralizzato con cui condividere file come patch di gioco, applicazioni e aggiornamenti di sistemi operativi. Infine, Theta intende lanciare la versione Beta del suo protocollo per adattarla alla smart tv e ai device che sfruttano l’Internet of Things (IOT). Questi i progetti da realizzare entro la prima parte del 2020.

Nella seconda parte Theta precede di rilasciare il supporto per gli smart contract e una versione beta per applicazioni di video live. 

Theta token e Theta Fuel

Il token di Theta (THETA) nell’ultimo mese ha rapidamente scalato la classifica di Coinmarketcap. Lanciato nel gennaio 2018, ha conosciuto il suo momento più drammatico in concomitanza con la crisi del mercato crypto di metà marzo, quando il suo valore è precipitato a 0,03 dollari. 

La notizia della partnership con Theta ha rilanciato il token fino al picco dello scorso 27 maggio, quando è stato scambiato a 0,55 dollari. Da lì è scattata la speculazione, che porta adesso Theta a valere circa 0,28 dollari, posizionandosi al posto n.36 di Coinmarketcap tra le crypto a maggiore capitalizzazione.

Destino analogo quello di Theta Fuel (TF), il token con cui sono ricompensati coloro che usufruiranno dei contenuti di Theta. Lanciato a marzo 2019, ha visto il suo momento nero il 13 marzo 2020 quando valeva 0,0009 dollari, per poi salire fino a 0,02 dollari il 25 maggio 2019, entrando nella top 100 di CMC. Da lì è iniziato un tracollo che vede ora il prezzo della coin a 0,009 dollari, in posizione 123.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.