Dydx, ovvero il DEX crypto per il margin trading
Dydx, ovvero il DEX crypto per il margin trading
Exchange

Dydx, ovvero il DEX crypto per il margin trading

By Marco Cavicchioli - 30 Giu 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

dYdX è un progetto crypto di finanza decentralizzata simile a Compound, ma basato su una pool di liquidità, al posto che su prestiti peer-to-peer. 

Attualmente risulta essere tra i primi 10 protocolli DeFi per volume degli asset immobilizzati, davanti a protocolli molto conosciuti in ambito DeFi come Uniswap e Bancor. 

È costituito da una piattaforma di trading non custodian basata su Ethereum, rivolta ad operatori esperti. 

Infatti consente di accendere prestiti ed effettuare margin trading sugli asset supportati, ovvero ETH, DAI ed USDC. 

È proprio il margin trading la principale differenza rispetto a Compound, e permette a trader esperti di aprire posizioni short o long con leva finanziaria fino a 4x. 

Il processo di apertura delle posizioni in leva non è particolarmente facile, quindi questa piattaforma risulta essere un po’ ostica ai non esperti, ma vista la crescita dei fondi immobilizzati questo non ne sfavorisce l’utilizzo. 

In realtà, dopo un primo picco massimo di oltre 31 milioni di dollari immobilizzati a novembre 2019, dYdX ha fatto registrare un netto calo scendendo a circa 13 milioni a gennaio 2020. Da allora però si è ripreso, prima tornando a 28 milioni a febbraio, poi scendendo sotto quota 19 milioni durante il crollo dei mercati finanziari di marzo, per poi risalire e far toccare un nuovo massimo storico a metà giugno superando quota 36 milioni. 

dYdX però non ha un token nativo, pertanto non è possibile confrontare il suo successo di mercato ad esempio con COMP o MKR, ovvero rispettivamente i token di Compound e MakerDAO. 

D’altro canto tuttavia non addebita commissioni sulle transazioni, sebbene rimangano quelle per la registrazione delle transazioni sulla blockchain di Ethereum.  

Una particolarità di questa piattaforma per il margin trading è che le posizioni in leva devono essere chiuse entro 28 giorni, altrimenti vengono chiuse automaticamente e scatta la liquidazione automatica delle garanzie. 

Recentemente però sono stati lanciati anche i contratti perpetui con leva fino a 10x, sebbene per ora solo sulla coppia BTC/USDC. 

Dall’altro lato dYdX consente a chi vi deposita criptovalute di metterle a disposizione dei trader per guadagnare interessi per ogni secondo in cui le criptovalute vengono lasciate immobilizzate. 

In altre parole in questo modo il protocollo crea un pool di liquidità unico in cui da un lato fa confluire tutte le risorse immobilizzate, e dall’altro consente a chi lo desidera di prenderne in prestito quante ne vuole. Tutto ciò in modo decentralizzato e non custodian. 

Infine va ricordato che su help.dydx.exchange è possibile trovare molte altre informazioni tecniche per chi volesse operare sulla piattaforma in modo avanzato, visto che si tratta a tutti gli effetti di una piattaforma per nulla banale. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.