Bancor (BNT) proposto come collaterale su Maker
Bancor (BNT) proposto come collaterale su Maker
Defi

Bancor (BNT) proposto come collaterale su Maker

By Alfredo de Candia - 6 Lug 2020

Chevron down

È stata aperta una proposta ufficiale per portare il token di Bancor (BNT) a diventare un collaterale per il protocollo Maker e quindi essere utilizzato per generare la stablecoin DAI.

Ricordiamo che le varie proposte per adottare o meno un tipo di token come collaterale, così come i suoi parametri, vengono decisi dalla comunità del progetto che vota sulle proposte usando i token MKR.

Se la maggioranza approva la proposta allora il team di Maker procede ad implementarla. Per esempio, il mese scorso sono stati introdotti come collaterale sia Kyber Network (KNC) che 0x (ZRX) proprio grazie a questo sistema.

Come funziona Bancor

Bancor (BNT) è un protocollo on chain che fornisce liquidità a tutti quei token che troviamo sulla blockchain di Ethereum (ETH) ma anche su quella di EOS, visto che è possibile creare delle pool in maniera completamente decentralizzata.

Il progetto di Bancor si dichiara infatti agnostico rispetto alle varie blockchain, quindi in futuro il protocollo verrà esteso anche ad altre blockchain, mentre adesso si sta preparando a lanciare la nuova versione del protocollo.

Questa versione 2 di Bancor permetterà di avere una singola esposizione su un token quando si fornisce liquidità ad una pool, al contrario di quelle tradizionali in cui l’esposizione è doppia per tutti i token. 

Questa possibilità permette a Bancor di abbattere l’impermanent loss, anche grazie all’integrazione del servizio di Chainlink (LINK) per avere un prezzo costantemente aggiornato.

Bancor ha tutti i requisiti per diventare collaterale per il protocollo di Maker, dato che è già possibile creare una stablecoin peggata a BNY, chiamata USDB.

A seguito della proposta il prezzo di Bancor sta crescendo in maniera spaventosa: infatti, se prendiamo il suo minimo storico che è avvenuto a metà marzo durante il crypto crash, adesso vediamo che è scambiato a $1,49, quindi un aumento del 1354% in soli 5 mesi.

Questo dimostra anche che la vulnerabilità riscontrata, poi risolta in poche ore, non ha scalfito la genuinità del progetto e se prendiamo in considerazione anche il fatto che la prossima versione v2 sarà rilasciata nelle prossime settimane, allora è possibile che gli utenti stiano scontando positivamente la notizia.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.