DeFi: nuovi record per i depositi
DeFi: nuovi record per i depositi
Trading

DeFi: nuovi record per i depositi

By Federico Izzi - 6 Lug 2020

Chevron down

Aumentano i depositi nel settore DeFi, che toccano nuovi record ad indicare la crescita del settore. Ciò avviene mentre ci lasciamo alle spalle l’ennesima settimana al ribasso, la 4° consecutiva per il settore delle criptovalute.

Questo ribasso è un movimento che dall’inizio di giugno vede i prezzi continuare a scivolare con una estensione che al momento non è preoccupante. 

Se sommiamo le 4 settimane al ribasso per intensità, superiamo di poco il 10% e questo evidenzia un movimento che, anche se sommato, è inferiore a quanto accumulato recentemente nella terza settimana di maggio che aveva visto un ribasso in meno di 7 giorni della stessa intensità.

Per trovare un andamento simile bisogna tornare all’estate del 2016, con i livelli decisamente lontani da quelli attuali (Bitcoin valeva circa 700 dollari).

Questo comporta un ulteriore calo dei volumi, con il secondo più basso volume di scambio del weekend da inizio anno. Il precedente era nel primo weekend dell’anno, nel pieno dei festeggiamenti natalizi.

La volatilità continua a contrarsi sempre di più andando a segnare l’1,5%, livelli più basso da marzo 2019, volatilità giornaliera su base mensile.

Ciò evidenzia che questo è un periodo decisamente noioso ma particolare, che vede i trader affilare le armi in attesa dell’esplosione di volatilità e di un chiaro movimento direzionale.

coin360 20200706
Fonte: COIN360.com

La giornata di oggi vede un equilibrio tra segni rossi e verdi. Scorrendo i movimenti tra le maggiori capitalizzate bisogna scendere fino alla 16° posizione detenuta da Tron (TRX) che con un balzo del 5% è il token più movimentato del giorno. 

Poco sotto Cosmos (ATOM), in 25° posizione, sale del 7%. Segue Compound (COMP) che sale del 5%. COMP continua a rimanere sotto l’occhio della volatilità e della speculazione in positivo e in negativo. 

Tra le prime 15 solamente due segni sono sotto la parità, Eos (EOS), -0,3%. Fa peggio Leo (LEO) che perde  2,5% e si riporta sotto 1,20 dollari.

ADA 20200706

Cardano (ADA) continua a dare segnali rialzisti anche oggi, così come nel weekend, in cui ha consolidato i rialzi messi a segno la scorsa settimana andando venerdì a toccare il livello più alto dalla fine di giugno 2019, spingendosi sopra i 10 centesimi. 

In queste ore i 10 cent sono un baricentro tra acquisti e vendite. Con il balzo del fine settimana Cardano consolida la sua posizione e oggi sale ai livelli più alti di sempre conquistando l’8° posizione, scalzando Binance Coin (BNB) e andando ad incalzare Litecoin (LTC) in 7° posizione. La differenza tra le due è di 150 milioni di dollari.

DeFiPulse 20200706

Durante il fine settimana e nella prima giornata di lunedì, la DeFi raggiunge il nuovo massimo storico di depositi bloccati come collaterale, sfiorando 1,9 miliardi di dollari. È un dato che continua ad evidenziare una crescita esponenziale per quanto riguarda i depositi bloccati come collaterale.

Dall’inizio di giugno i depositi sono quasi raddoppiati, passando da 980 milioni ai valori di oggi.

Questo evidenzia come questo settore stia decisamente crescendo, aumentando la possibilità di rischi.

Compound infatti dal lancio di due settimane fa è decisamente volatile, ma ciò nonostante mantiene salda la prima posizione come collaterale bloccato, con il 34% dell’intera dominance seguita da Maker (MKR), Synthetix (SNX), Balancer e Aave (LEND), che ha circa 127 milioni di token bloccati come collaterale a garanzia. 

Il market cap si mantiene sopra i 260 miliardi di dollari. La dominance del Bitcoin cede qualche decimale di terreno portandosi al 64%. Frazionale guadagno di Ethereum che si riporta al 9,7%. Ripple continua ad oscillare al 3%, livelli più bassi degli ultimi tre anni.

BTC 20200706
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Bitcoin durante il fine settimana è andato nuovamente a testare la soglia tecnica degli 8.900 dollari, testata per ben tre volte in questi ultimi 2 giorni. 

Sono le opzioni ad evidenziare come l’area 8.700-8.900 sia un’area cruciale e protetta da oltre l’80% delle opzioni put aperte a copertura dei ribassi. Al contrario le call in questi ultimi giorni confermano la copertura in area 9.350 per poi vedere maggiori posizioni di protezione al rialzo tra 9.600 e 9.850 dollari.

ETH 20200706
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Durante il weekend Ethereum registra una contrazione dei volumi di scambio molto bassi. I prezzi registrano una migliore tenuta dei supporti di medio periodo. 

Nonostante la debolezza e la noia del weekend Ethereum mantiene il supporto dei 225 dollari ed oggi in queste prime ore della seconda settimana di luglio prova a spingersi nuovamente sopra i 230 dollari, ricordando che per Ethereum il livello cruciale al rialzo che attirerebbe nuovi volumi in acquisto sono i 235 dollari, area che è anche il primo livello di copertura per gli investitori professionali che indicano area 230-235 dollari come primo livello da abbattere per proseguire il rialzo verso 245-255 dollari, queste le resistenze al rialzo. 

Al ribasso aumentano le protezioni verso area 215 dollari, dove si stabilisce circa il 40% del totale delle opzioni put aperte per coperture di eventuali ribassi, in area 218 dollari, ex livelli di supporto tecnici ed area ex resistenza, ora cruciale supporto non solo tecnico.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.