KyberDAO avvia lo staking dei token KNC
KyberDAO avvia lo staking dei token KNC
Defi

KyberDAO avvia lo staking dei token KNC

By Marco Cavicchioli - 8 Lug 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

KyberDAO ha annunciato il lancio dell’aggiornamento del protocollo Katalyst sulla mainnet e la nuova token economy di KNC che rende possibile lo staking. 

D’ora in poi quindi sarà possibile mettere in staking i token KNC per partecipare alla governance del protocollo e ricevere premi in ETH. 

Kyber Network è un protocollo DeFi che aggrega la liquidità on-chain e consente il trading decentralizzato di token. 

Il lancio dell’aggiornamento del protocollo Katalyst consente da un lato di soddisfare meglio le esigenze di liquidità dell’ecosistema DeFi, e modifica il token model di KNC (Kyber Network Crystal) incentivando le diverse parti interessate in modo da attrarre più partecipanti allo sviluppo del protocollo. 

Così ora i possessori di token KNC possono partecipare alla governance della piattaforma tramite un nuovo meccanismo di staking e di voto, che consente loro di votare su parametri e modifiche del protocollo, in modo da svolgere un ruolo chiave nella direzione dello sviluppo di Kyber Network. 

Lo staking viene remunerato con premi in ETH derivanti dalle commissioni raccolte dalle attività di trading sulla piattaforma. 

Gli utenti possono già iniziare a mettere in staking KNC per una settimana a partire da ieri, e potranno votare la prima proposta di KyberDAO dell’Epoca 1 a partire dal 14 luglio. 

Non vi sono limiti minimi o massimi al numero dei KNC che si possono mettere in staking, nessuna durata minima o massima dello staking, nessuna perdita di KNC dovuta ad eventuali penalità, e non è nemmeno richiesta l’esecuzione di un nodo. 

Inoltre utilizzando la piattaforma decentralizzata ufficiale di KyberDAO gli utenti avranno sempre il pieno controllo e la piena proprietà dei token KNC in staking, potendoli ritirare liberamente in qualsiasi momento. 

Anche i possessori di KNC che non volessero partecipare alla governance potranno ottenere ricompense delegando i loro token, e quindi il loro potere di voto, agli operatori della pool di KyberDAO che offriranno tale possibilità. 

Tra questi a breve dovrebbero esserci StakeCapital, StakeWith.Us, RockX e Hyperblocks, mentre nel corso del tempo potrebbero aggiungersi anche Trust, imToken, Status, Alpha Wallet, Opera, Enjin, HTC Exodus. 

Il CEO di Hashed, Simon Seojoon Kim, ha commentato: 

“Con Katalyst, più membri della community sono attivi, più ricompense vengono restituite. Pertanto, trasformerà un maggior numero di titolari in membri autentici e devoti della comunità”. 

Il Partner di ParaFi Capital, Santiago Roel Santos, ha aggiunto: 

“La traiettoria di crescita di Kyber e l’ampiezza delle integrazioni nello stack DeFi sono impressionanti, poiché si evolve per diventare un protocollo di liquidità per l’ecosistema”. 

Ad inizio mese il prezzo del token KNC era di circa 1,25$, ma grazie a questo annuncio è salito fino a sfiorare i 2$ il 3 luglio. 

Nei giorni successivi ha leggermente ritracciato, stabilendosi poi appena sopra gli 1,60$, ovvero con un incremento di quasi il 30% in una settimana.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.