Jack Dorsey e Bitcoin sponsor di Bubba Wallace
Jack Dorsey e Bitcoin sponsor di Bubba Wallace
Bitcoin

Jack Dorsey e Bitcoin sponsor di Bubba Wallace

By Eleonora Spagnolo - 15 Lug 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Jack Dorsey e la sua Cash App sponsorizzeranno il pilota della Nascar Bubba Wallace che correrà con il logo di Bitcoin impresso sull’auto e sulla divisa.

Lo ha annunciato direttamente il CEO di Twitter con un post in cui ha mostrato il design e il colore verde sgargiante dell’automobile e della tenuta del pilota.

Che sia un chiaro modo per dare visibilità anche a Bitcoin è evidente dal tweet, piuttosto emblematico e di poche parole. 

Bubba Wallace, chi è il pilota che correrà con il logo di Bitcoin

Bubba Wallace, all’anagrafe Darrell Wallace Jr, è uno dei piloti più noti delle corse automobilistiche Nascar, celebri soprattutto tra Stati Uniti e Canada. 

È stato il primo pilota afroamericano in 50 anni a vincere la top tre della national touring series organizzate da Nascar. A soli 26 anni può essere considerato uno dei più giovani piloti vincenti.

È uno dei testimonial già attivi del movimento Black Lives Matter, tanto che ha corso con questa scritta. Sulla sua divisa ha invece riportato la frase “I can’t breathe”, le ultime parole di George Floyd, l’afroamericano ucciso da un poliziotto che gli ha piantato un ginocchio in gola. 

Suo malgrado è stato anche protagonista di un episodio inquietante, quando nei giorni scorsi nel suo box è stato trovato un cappio. In realtà le indagini hanno dimostrato che quel cappio non era una minaccia collegata dal suo attivismo ma era presente lì dall’anno scorso, quando era in uso ad un altro team. Non era altro che una fune per porte da garage. Ad ogni modo si è trattato di un episodio inquietante.

Crypto e sport, uno stretto binomio

Cash App e Bitcoin non sono il primo abbinamento tra crypto e sport. A proposito di automobili, l’azienda svizzera Eidoo ha sponsorizzato una delle auto in gara nella scorsa edizione della Mini Challenge. 

Litecoin invece sembra prediligere gli sport di lotta ed ha sponsorizzato in passato la UFC 232 e la UFC 235. 

Infine, c’è il calcio, con numerose squadre celebri che sono diventate partner di Sorare che ha realizzato degli NFT dei calciatori. Lo scopo è quello di giocare ad un fantacalcio virtuale con le figurine dei giocatori realizzate in esemplari unici, scambiabili nel marketplace di Sorare, che poggia sulla blockchain di Ethereum.

Insomma, sembra proprio che il mondo dello sport stia dando un contributo importante nel percorso che porta verso l’adozione di massa delle criptovalute.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.