banner
CoinMarketCap ha manipolato la classifica DeFi?
CoinMarketCap ha manipolato la classifica DeFi?
Defi

CoinMarketCap ha manipolato la classifica DeFi?

By Alfredo de Candia - 24 Lug 2020

Chevron down

Ieri CoinMarketCap, punto di riferimento per controllare l’andamento dei prezzi e volumi delle crypto, ha registrato il token di Binance (BNB) come primo in classifica tra i token della finanza decentralizzata (DeFi).

Lo screenshot è eloquente e non lascia adito a dubbi: il token di Binance (BNB) era stato inserito come primo in classifica con 2,63 miliardi di dollari, superando addirittura quello di Chainlink (LINK) che si ferma a 2,61 miliardi di dollari.

L’errore ha riguardato la classifica dei progetti DeFi e quindi tutti i token e le crypto che hanno a che vedere con questo settore, che a detta di CMC sono appena 52, ordinate per capitalizzazione di mercato.

Il duplice errore nella classifica DeFI di Coinmarketcap

La scelta di inserirlo in cima alla lista della finanza decentralizzata costituisce un duplice errore, visto che BNB ha poco a che vedere con la DeFi, in quanto è stato progettato per risparmiare sulle fee nell’utilizzo la piattaforma di Binance.

In molti sostengono che questo non è stato un caso o un errore umano, come invece ha dichiarato successivamente Coinmarketcap. Molti hanno puntato il dito proprio contro Binance, che di recente ha comprato la piattaforma.

Coinmarketcap, infatti, ha dichiarato che si sia trattato solo di un errore ed attualmente BNB non appare più nella classifica DeFi.

“Come tutti noi, le persone che lavorano su CMC sono umane. L’aggiunta di BNB alla pagina DeFi di CMC è stato un caso di errore umano, e quando è stato segnalato a CMC, abbiamo corretto quell’errore”.

Coinmarketcap e il Toilet Paper Token

In occasione del Pesce di Aprile di quest’anno, Coinmarketcap aveva listato un nuovo asset che superava tutti, persino Bitcoin (BTC).

Parliamo del Toilet Paper Token (TPT), cosa che evidenzia come questi tipi di modifiche non solo sono fattibili, ma permettono di aggiungere token a piacimento nella classifica.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.