DeFi: come massimizzare i profitti con le stablecoin
DeFi: come massimizzare i profitti con le stablecoin
Defi

DeFi: come massimizzare i profitti con le stablecoin

By Alfredo de Candia - 2 Ago 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Quando si parla di finanza decentralizzata (DeFi) un aspetto importante è quello delle stablecoin come DAI e USDT e, grazie a queste, si possono anche generare interessanti profitti.

Uno dei sottoinsiemi più famosi e interessanti della DeFi è quello dei prestiti che permettono appunto di prestare o prendere in prestito delle crypto in cambio di un interesse molto vantaggioso se paragonato ai sistemi tradizionali.

Esistono diversi protocolli che permettono di fare prestiti, come per esempio Compound, Aave, Curve e così via.

I progetti sono tanti e diversissimi ma alcuni sono migliori di altri perché permettono di integrare al loro interno diversi protocolli o di spostare i fondi da un protocollo all’altro a seconda del migliore tasso di interesse.

Come fare profitti con la DeFi 

In quest’ottica analizzeremo una piattaforma italiana che sta ottenendo un successo incredibile tra coloro che vogliono una rendita passiva grazie alle stablecoin. Stiamo parlando di Idle Finance.

Idle Finance è una piattaforma con uno smart contract integrato per ogni stablecoin, che sposta i fondi a seconda di dove il tasso annuale è più conveniente.

Come funziona Idle Finance?

La piattaforma si presenta con 3 opzioni (anche se solo 2 attive) che sono:

  • Best-Yield per ottenere un buon rapporto tra tasso annuale (APY) e punteggio ottimale (preso da Defiscore);
  • Risk-Adjusted fornisce punteggio rispetto al ritorno annuale, e quindi ha un livello superiore di sicurezza;
  • SOLR, ovvero Secured On-chain Lending Rate, ma che arriverà in futuro.

La maggior parte degli utenti punta ad ottenere il massimo dalle proprie crypto e quindi sceglierà probabilmente l’opzione Best-Yield.

Prima di iniziare ad usare questa piattaforma dovremo avere alcune cose.

  • Un wallet che gestisca la blockchain di Ethereum, come per esempio MetaMask;
  • Qualche ETH per coprire il costo delle transazioni;
  • Una o più stablecoin tra cui USDC, USDT, SUSD, TUSD, DAI ed anche wBTC.

Il primo passo è quello di sbloccare il wallet e di collegarci alla piattaforma ufficiale, cliccando poi sul pulsante “Start with Best-Yield”.

Collegando il wallet ci troveremo di fronte a tutti gli asset disponibili e possiamo vedere sia la grandezza della pool sia l’APY attuale ed anche il punteggio del rischio.

In base all’APY che vogliamo, dovremo cliccare sul pulsante “Deposit”, bloccare lo smart contract confermando la transazione e scegliere l’ammontare da depositare.

Poi ovviamente va confermata la transazione.

Da notare come ci venga data anche una proiezione sui profitti che potremo generare in base a quanto depositato. 

Qui potremo vedere la media dell’APY, il totale degli interessi che aumentano progressivamente, il punteggio del rischio, la composizione del nostro portafoglio crypto e le performance dello stesso.

Se ci spostiamo nel menù laterale delle statistiche possiamo vedere l’andamento della pool, dove si trovano tutti i fondi di una determinata stablecoin ed analizzare nel corso del tempo quale ha ottenuto un maggiore rendimento.

Non dimentichiamo che i vari protocolli sono dYdX, Dsr, Aave, Fulcrum e Compound.

I tassi di interesse hanno raggiunto nel corso del tempo anche picchi a 3 cifre.

Come aprire delle posizioni?

Nel menù laterale potremo trovare la voce “Tools” da cui selezionare le seguenti voci:

  • Token Migration: per spostare i relativi token che abbiamo su Idle;
  • La funzione Add Funds permette di comprare crypto tramite bonifico bancario o carta di credito;
  • Token Swap è invece un DEX che fornisce la possibilità di convertire i token che abbiamo nel nostro indirizzo e convertirli in varie stablecoin.

Quali sono i rischi di una piattaforma del genere?

I rischi lato sicurezza sono minimi perché per esempio il team non ha accesso ai fondi.

Inoltre Idle ha anche passato diversi audit per il proprio lo smart contract e quindi c’è un elevato livello di sicurezza, ma ovviamente, come tutti gli smart contract, niente è infallibile.

Quanti profitti si possono recuperare?

Il guadagno è direttamente proporzionale sia all’ammontare che andremo a depositare sia all’interesse, che come abbiamo visto è davvero variabile (tra 2% e infinito).

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.