banner
Mutandina come mascherina: John McAfee respinto in Norvegia
Mutandina come mascherina: John McAfee respinto in Norvegia
Criptovalute

Mutandina come mascherina: John McAfee respinto in Norvegia

By Alfredo de Candia - 11 Ago 2020

Chevron down

Come apprendiamo dal profilo Twitter ufficiale di John McAfee, ieri è stato bloccato in Norvegia per colpa della mascherina che indossava: una mutandina da donna.

Secondo il parere delle autorità norvegesi competenti la mascherina che McAfee indossava al momento dell’atterraggio non sarebbe stata adatta alla sicurezza, e McAfee si è rifiutato categoricamente di indossare i corretti dispositivi sanitari, perché, a detta sua, non sarebbe stato sicuro.

La mascherina di John McAfee: geniale trovata di marketing

Sicuramente ci troviamo davanti ad una trovata geniale da parte del controverso personaggio, trovata che è stata amplificata dalle autorità norvegesi, che hanno fatto il gioco di McAfee. 

Lui è riuscito nel suo intento, e questo dimostra come nel settore del marketing potrebbe dare filo da torcere ai nomi più rinomati.

Ovviamente per quanto possa essere geniale o ridicola la cosa nell’andare in giro per il mondo con dell’intimo da donna in faccia, c’è anche l’aspetto sociale da tenere in considerazione. Il gesto per alcuni ha fatto trasparire un forte maschilismo e poco rispetto per la donna.

Tuttavia da uno come McAfee potremmo aspettarci addirittura che possa lanciare una nuova serie di questo tipo di mascherine, dimostrando ancora una volta il fiuto per gli affari e per un business, quello delle mascherine, che in questo particolare periodo è molto fiorente.

Del resto in alcune parti del mondo l’emergenza sanitaria ha ampliato la domanda di mascherine, ma la produttività non è stata altrettanto rapida nel soddisfare le esigenze di mercato. Per questo le autorità in alcuni luoghi hanno consentito di indossare mascherine in cotone, spesso fatte in casa, al posto dei dispositivi di sicurezza sanitari omologati.

Ricordiamo che McAfee di recente ha lanciato un nuovo progetto, la crypto Ghost, decentralizzata ed incentrata sulla privacy. Anche in quel caso ci sono problemi con Intel per il nome del progetto. Ghost ha diverse caratteristiche come una eSIM e presto anche una carta di debito.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.