Warren Buffett punta sull’oro e investe su Barrick Gold
Warren Buffett punta sull’oro e investe su Barrick Gold
Criptovalute

Warren Buffett punta sull’oro e investe su Barrick Gold

By Eleonora Spagnolo - 20 Ago 2020

Chevron down

Warren Buffett ha investito 562 milioni di dollari in una società che fa estrazione di oro, la canadese Barrick Gold. 

Non ci sarebbe nulla di strano se non fosse che il miliardario americano si è sempre dichiarato ostile all’oro, tanto quanto è ostile a Bitcoin.

Nello specifico, la sua Berkshire Hathaway ha comprato 21 milioni di azioni di Barrick Gold, azienda tra le più grandi al mondo per l’estrazione di oro, con attività minerarie in 13 stati.

Quotata sul NYSE e sul Toronto Stock Exchange, dopo l’annuncio dell’investimento da parte dell’azienda di Warren Buffett, il prezzo delle azioni si è letteralmente impennato guadagnando il 12%. Da inizio anno, il valore di GOLD (questo il ticker delle azioni sul NYSE) è cresciuto del 62%.

Via le banche, Buffett investe sull’oro

Non c’è da stupirsi che Warren Buffett abbia cambiato idea sull’oro. Del resto quello che è considerato il bene rifugio per eccellenza ha recentemente toccato il suo record storico, andando ad una quotazione di oltre 2.000 dollari l’oncia

L’oro ha probabilmente risentito della crisi economica globale scatenata dal Coronavirus. E mentre il dollaro si svaluta sulla scia dell’inflazione generata dalla iniezione di liquidità della Fed, gli investitori tornano a guardare all’oro come il vero “store of value”. 

Anche Warren Buffett non è esente da tali ragionamenti. E non è un caso che, oltre ad aver investito in Barrick Gold ha anche ceduto parte delle azioni che aveva in istituti come Goldman Sachs, Wells Fargo e JP Morgan. 

A marzo aveva ceduto le azioni relative alle compagnie aeree. Una scelta che si è rivelata azzeccata considerando il blocco pressoché totale dei collegamenti tra i vari stati sulla scia dei timori per la diffusione del contagio da Coronavirus

Warren Buffett, dopo Barrick Gold sceglierà Bitcoin?

Warren Buffett non sosteneva l’oro proprio come non ha mai sostenuto Bitcoin. Dell’oro diceva: 

L’oro viene estratto dal terreno in Africa, o da qualche parte. Poi lo facciamo sciogliere, scaviamo un altro buco, lo seppelliamo di nuovo e paghiamo le persone che lo sorvegliano. Non ha utilità. Chiunque guardasse da Marte si gratterebbe la testa.

Poi venne il Coronavirus e una crisi economica senza precedenti che fece schizzare il prezzo dell’oro. Proprio come sta salendo il prezzo di Bitcoin. I due asset sembrano tornare ad avere una correlazione. 

Proprio mentre l’oro raggiungeva record storici, a stretto giro Bitcoin tornava a rompere la resistenza dei 12.000 dollari. Siamo ancora lontani dai picchi di 20.000 dollari raggiunti a dicembre 2017, ma stavolta Bitcoin, forte dell’halving, sembra essere circondato da una ventata di ottimismo e da un interesse che non è mai stato così forte.

Chissà che alla fine Buffett non cambi idea anche su Bitcoin e le criptovalute. Durante la cena di beneficenza con Justin Sun, che gli ha donato proprio un Bitcoin, Buffett si disse certo: i suoi nipoti preferirebbero ricevere l’eredità in dollari piuttosto che in Bitcoin. 

Giorni dopo la cena, ribadì il concetto sostenendo che le criptovalute non hanno né valore né utilità. Era febbraio, il mercato saliva. A breve sarebbe crollato per poi riprendersi, lentamente ed inesorabilmente, dimostrando una resilienza che per qualcuno era inaspettata.

E che alla fine potrebbe convincere anche i più ostici che le criptovalute hanno un futuro e che è bene scommetterci sopra.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.