Anthony Day, IBM: le blockchain aziendali nel 2020
Anthony Day, IBM: le blockchain aziendali nel 2020
Blockchain

Anthony Day, IBM: le blockchain aziendali nel 2020

By Amelia Tomasicchio - 27 Ago 2020

Chevron down

L’episodio 23 di Blockspeak ha visto protagonista Anthony Day, blockchain partner di IBM, in cui Day ha parlato di come la blockchain sia utilizzata per rispondere al COVID, della situazione delle blockchain aziendali nel 2020 e di quali siano i driver e gli ostacoli all’adozione. 

Monty Munford, il presentatore dello show, si è addentrato nel mondo delle blockchain aziendali con Anthony e ha scoperto in che modo IBM stia scalando piattaforme come Tradelens, ecc. 

Con TradeLens che ha dato il via alla conversazione dell’episodio, Anthony ha rivelato che l’ecosistema interconnesso ha registrato in modo stupefacente oltre 1,3 miliardi di eventi. TradeLens è una piattaforma di supply chain aperta e neutrale, basata sulla tecnologia blockchain. IBM e GTD Solution Inc l’hanno sviluppata congiuntamente. 

“TradeLens è una di quelle reti aziendali appena nate – le chiamiamo business network – che in sostanza sono reti aperte private scalabili e di entità commerciali. Possono comprendere attività governative; di agenzie marittime; compagnie di trasporto – c’è un intero mix di attori”. Abbiamo appena superato 1,3 miliardi di eventi”.

La trasparenza è un’idea essenziale dietro la rapida adozione della tecnologia blockchain all’interno della catena di approvvigionamento. TradeLens, essendo la prima soluzione di spedizione al mondo abilitata per le blockchain, ha ora più di 90 organizzazioni di tutti gli operatori della filiera che hanno già firmato per partecipare al progetto globale. 

La blockchain ai tempi del COVID, l’opinione di Anthony Day

Sono stati intrapresi sforzi per sfruttare la tecnologia blockchain in tutto il mondo, nel contesto della catena di fornitura nei porti, nella vendita al dettaglio e nella logistica. La blockchain è stata utilizzata soprattutto in questi esperimenti pilota per consentire il monitoraggio in tempo reale delle spedizioni e l’accesso condiviso ai dati tra i membri del consorzio, costruendo la fiducia.

Fin dall’inizio dell’attuale pandemia, gli esperti stanno esplorando la possibilità di sfruttare la blockchain durante questi tempi difficili. Dati i suoi vantaggi in termini di affidabilità della catena di approvvigionamento, trasparenza in casi di uso multiplo e tracciabilità delle merci, l’opzione della blockchain sembra attualmente conveniente. 

Come indicato nella conversazione con Anthony, IBM sta probabilmente lavorando su una soluzione che consenta alle persone di convalidare la loro sicurezza. La soluzione si concentra sulla “possibilità di dimostrare o convalidare che qualcuno è a basso rischio”. 

“Questo è ciò che stiamo cercando di rendere possibile in questo caso”. 

Risultato del test COVID digitale verificato

Oggi il mondo ha bisogno di una soluzione che certifichi un’identità che a sua volta certifichi la positività o la negatività del soggetto secondo i risultati dei recenti test COVID. E, a seconda di tale certificazione, l’identità potrà svolgere il proprio lavoro, viaggiare o cenare in un ristorante. 

Incorporato nella loro identità digitale, fungerà da pass che permetterà alle organizzazioni di fornire i servizi in tutta libertà. 

 

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.