banner
Empire Market offline: scompare il crypto market del Dark Web
Empire Market offline: scompare il crypto market del Dark Web
Bitcoin

Empire Market offline: scompare il crypto market del Dark Web

By Alfredo de Candia - 27 Ago 2020

Chevron down

Empire Market è offline. Il famoso crypto mercato del Dark Web, da pochi giorni non è più raggiungibile dopo quasi 2 anni dalla sua creazione. Il sito avrebbe rubato oltre 2600 BTC, ovvero oltre 30 milioni di dollari. 

I bitcoin degli utenti, infatti, si trovavano sui wallet della piattaforma e non su wallet non custodian o comunque di terze parti. Empire Market, infatti, usava sistemi di escrow per bloccare i BTC finché la vendita non era conclusa ed ambo le parti non si potevano ritenere soddisfatte.

La conferma di questa exit scam non è tardata ad arrivare anche da parte di Dark Fail, giornalista del Dark Web considerabile una fonte autorevole nel settore.

All’inizio si credeva che il sito fosse sotto attacco DDoS, come tra l’altro aveva fatto credere lo stesso team che aveva affermato che il sito sarebbe tornato online nel giro di pochi giorni.

Nulla faceva presagire quindi un exit scam, ma ora le tempistiche troppe prolungate non lasciano dubbi.

Purtroppo solo nelle ultime ore si è appreso che il team è scomparso nel nulla ed il sito è tuttora irraggiungibile, dopo due anni di attività e una base di utenti molto solida.

Empire Market, una piattaforma non affidabile fin dagli inizi

Parliamo comunque di una piattaforma illegale perché permetteva agli utenti di comprare prodotti o servizi da criminali, quindi non certo una piattaforma di cui potersi fidare a priori.

E’ quindi difficile pensare che l’exit scam non fosse stata organizzata a dovere con un impegno profuso ogni giorno fino a quando, un paio di giorni fa, il team non ha deciso di staccare la spina portando con sé il bottino di 2638 BTC.

Questo insegna come l’utilizzo di piattaforme di questo genere sia molto rischioso ed è stato dimostrato più volte nel corso del tempo. Ciò insegna anche a non fidarsi delle piattaforme centralizzate.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.