Bitcoin: la previsione sul prezzo di Tyler Winklevoss
Bitcoin: la previsione sul prezzo di Tyler Winklevoss
Bitcoin

Bitcoin: la previsione sul prezzo di Tyler Winklevoss

By Marco Cavicchioli - 28 Ago 2020

Chevron down

Tyler Winklevoss ha pubblicato una previsione sul prezzo di bitcoin che ipotizza uno scenario che potrebbe portarlo a 500.000$. 

Infatti sul sito ufficiale WinklevossCapital.com ha pubblicato un lungo articolo intitolato proprio “The Case for $500K Bitcoin” in cui analizza lo scenario finanziario globale attuale, e le sue possibili evoluzioni. 

In particolare si è concentrato sul ruolo di oro e petrolio come riserve affidabili di valore, e sul fatto che anche il dollaro americano negli ultimi 75 anni abbia ricoperto questo ruolo. 

Tuttavia Winklevoss afferma: 

“Riteniamo che ci siano problemi fondamentali con l’oro, il petrolio e il dollaro USA come riserve di valore in futuro. Di seguito, dimostreremo che il bitcoin è in definitiva l’unica protezione a lungo termine contro l’inflazione”. 

A proposito del dollaro afferma che si può iniziare a scorgere all’orizzonte lo spettro dell’inflazione, o addirittura dell’iperinflazione, e che secondo lui “la Grande Inflazione Monetaria è vicina”. 

In particolare mostra un grafico dal quale si evince che, solamente nel 2020, la massa monetaria M2 è passata da meno di 16.000 $ a più di 18.000 $, ovvero con un incremento superiore al 13% in un solo anno. 

M2 money stock

Per quanto riguarda il petrolio afferma che non sia più una riserva di valore affidabile, a causa di un drastico aumento dell’offerta dovuto all’innovazione tecnologica, e dal fatto che si è scoperto che le riserve sono molte di più di quanto si pensasse. 

D’altro canto ci sono anche alcune dinamiche in atto che ne sfavoriscono la domanda, come la spinta verso le energie rinnovabili, e le pressioni politiche per ridurre l’immissione di co2. 

Per quanto riguarda l’oro, Winklevoss ammette che attualmente è una riserva di valore affidabile, ed è la classica copertura contro l’inflazione. 

Tuttavia anche per quanto riguarda la riserva di valore per eccellenza ci sono un paio di punti che vanno considerati con attenzione. 

Innanzitutto la sua fornitura non è virtualmente limitata, ed in futuro è addirittura immaginabile che possano esserci fonti di approvvigionamento extraterrestri, visto che sono già anche allo studio alcune tecniche per estrarlo ad esempio dagli asteroidi. 

Inoltre è difficile da spostare, ad esempio durante una guerra o se c’è un cambiamento nell’atteggiamento dei governi nei confronti dei diritti di proprietà. 

La previsione di Winklevoss: il prezzo di Bitcoin sottovalutato

A questo punto Winklevoss, partendo dal confronto tra la capitalizzazione di mercato da oltre 200 miliardi di dollari di bitcoin, e quella da circa 9.000 miliardi di dollari dell’oro, ipotizza che, se bitcoin continua sulla strada attuale, lo scenario rialzista è attualmente sottovalutato di un multiplo di 45. 

In altre parole il prezzo di BTC in futuro potrebbe apprezzarsi di 45 volte da oggi, portandolo a 500.000 dollari USA per BTC. 

Inoltre se bitcoin sostituisse una parte degli 11,7 trilioni di dollari di riserve in valuta estera detenute dai governi, con le banche centrali che iniziassero a diversificare le loro partecipazioni fiat estere anche parzialmente in bitcoin, allora il fattore di moltiplicazione potrebbe arrivare a 55x, con BTC a 600.000 $. 

Va infine ricordato però che Tyler Winklevoss è proprietario dell’exchange crypto Gemini che guadagna grazie alla compravendita di bitcoin.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.