Bitcoin torna a 11.000 USD
Bitcoin torna a 11.000 USD
Trading

Bitcoin torna a 11.000 USD

By Federico Izzi - 16 Set 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Il Bitcoin torna a mostrare i muscoli. Con il rialzo delle ultime 48 ore rivede gli 11.000 USD, recuperando il 50% del terreno perso con il ribasso di inizio mese. 

È un movimento in controtendenza con le Altcoins che rimangono zavorrate non riuscendo a sfruttare il traino del Bitcoin. 

coin360 20200916
Fonte: COIN360.com

Nella Top15, questa mattina è la regina delle criptovalute l’unico segno verde con un rialzo del +2%. Scorrendo oltre, dopo due giorni positivi, torna a prevalere il segno rosso con oltre l’80% dei token in territorio negativo. 

Per il terzo giorno consecutivo è Hyperion (HYN) a primeggiare sul podio con un rialzo del 15%. In soli tre giorni il token guadagna oltre il 450% recuperando i 2/3 del ribasso che a inizio mese in pochi giorni ha abbattuto il valore di oltre l’85%, passando da un dollaro a circa 16 centesimi. 

Il progetto di Hyperion ha l’obiettivo di realizzare una piattaforma decentralizzata accessibile liberamente di mappe cartografiche, comprese quelle spaziali. 

Segue ABBC Coin (ABBC) con un rialzo del +10%. 

XMR 20200916

Per le big tra le migliori di giornata si fanno notare Monero (XMR) e Stellar (XLM), entrambe in salita del 2% dai livelli di ieri mattina. 

DeFi, TVL in rialzo e token in difficoltà

Dalla parte opposta, spiccano i forti ribassi dei token della finanza decentralizzata,  SushiSwap (SUSHI) Aragon (ANT) e Loopring (LRC), tutte in discesa di oltre il 15%.

Continua il recupero del controvalore immobilizzato nella DeFi, oggi ad un passo dai $9 miliardi. 

DeFiPulse 20200916

Aave (LEND) mantiene la leadership con $1,4 miliardi bloccati nel protocollo decentralizzato. Seguono Maker, altro servizio di prestiti decentralizzati, e Curve Finance con oltre $1 miliardo, il primo degli exchange aperti (DEX). 

Con il riallineamento del conteggio degli Ethereum bloccati, torna sopra i 7 milioni il numero di Ether immobilizzati, di questi il 40% depositati sul progetto di Maker, seguito da Sushiswap e Uniswap.

Bitcoin guida i movimenti di capitalizzazione e dominance

La capitalizzazione totale del mercato si mantiene sopra i $345 miliardi, merito del Bitcoin che recupera oltre $11 miliardi di capitalizzazione in tre giorni, assorbendo l’emorragia delle Alts. 

Balzo in alto anche per la dominance del Bitcoin con un recupero di due punti nelle ultime ore, riportandosi poco sopra il 58%. Evento che fa sgonfiare sia Ethereum sotto il 12%, che XRP poco sopra il 3% ad un passo dai minimi di giugno, il livello più basso degli ultimi tre anni.

BTC 20200916
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC) a 11.000 USD

Il rialzo delle ultime ore riporta, dopo due settimane le quotazioni a respirare poco sopra gli 11000 USD. Un segnale positivo che riporta un moderato ottimismo con scambi oltre i $2 miliardi per il secondo giorno consecutivo. Non avveniva dalla prima settimana di settembre. 

Demolita la prima resistenza dei 10.850 USD, ora diventato supporto, le coperture si spostano tra gli 11.100 e 11.630 USD, livelli a difesa della vera resistenza posta a 11.890 USD. 

Il superamento di questo livello, con molta probabilità, riporterebbe la fiducia attirando nuovi acquisti ed un cambio trend catalizzato dal recupero dei massimi di inizio mese. Al contrario, un ritorno sotto 10.500 USD farebbe tornare minacciose le nubi ribassiste per un nuovo test dei 10.000 USD.

ETH 20200916
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Viene respinto il timido tentativo che ieri ha riprovato a sollevare le quotazioni a rivedere area 385-390 USD, i massimi registrati nel fine settimana. 

Gli operatori continuano a rimanere prudenti con le coperture al rialzo delle opzioni Call che doppiano quelle al ribasso delle opzioni Put.

Per riprendere fiducia è necessario un balzo sopra i 415 USD, altrimenti quello attuale è solamente una pausa prima del ritorno della forza ribassista. Per non capitolare sono i 355 prima e 305 USD, poi, i livelli da difendere ad ogni costo.    

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.