banner
Il token di Uniswap fa volare prezzi e volumi
Il token di Uniswap fa volare prezzi e volumi
Trading

Il token di Uniswap fa volare prezzi e volumi

By Federico Izzi - 18 Set 2020

Chevron down

La settimana caratterizzata dal lancio del token di Uniswap si avvia a concludersi con un segno positivo. 

Si fa notare dalla fine del weekend scorso il saldo del Bitcoin, che mette a segno un rialzo del 7%. Stesso guadagno per Ethereum, che fino a ieri sembrava rimasto indietro. Nelle ultime ore, soprattutto dalla fine di ieri, i prezzi di ETH hanno rimesso la testa sopra i 390 dollari che non si vedevano da inizio settembre.

Per Ethereum sono giorni frenetici. L’attività vede nelle ultime 24 ore muovere importanti volumi, nonostante non siano i massimi del mese, quando scambiava oltre 3 miliardi in controvalore in dollari, con i prezzi erano sopra i 450 dollari. 

Ieri in controvalore in dollari i volumi di Ethereum sono stati vicini a Bitcoin, 1,2 miliardi di dollari per ETH contro 1,3 miliardi di Bitcoin, che ieri ha accusato un crollo degli scambi sulla sua catena.

UNI 20200918

Questo è dovuto a una giornata febbricitante che ha visto il lancio del token di Uniswap che ha fatto volare le transazioni giornaliere a 1,2 miliardi, record che si spinge sopra a quello del gennaio 2018, quando si era in piena bolla speculativa delle ICO.

Come detto, questo incremento è dovuto al lancio del token di Uniswap, il primo exchange decentralizzato nel parterre della finanza decentralizzata, che ha fatto salire gli scambi grazie al regalo che è stato fatto per chi ha utilizzato fino a fine agosto lo scambio sia come provider di liquidità o per trading. Questi utenti hanno avuto in regalo 400 token UNI che equivalgono al prezzo attuale ad oltre 1.500 dollari. Un fatto che ha spinto molti trader a incassare questo bel regalo di fine estate portando addirittura ai massimi le contrattazioni e gli scambi sulla rete Ethereum.

Anche le commissioni del gas raggiungono i massimi storici a 650 Gwei.

È stata una settimana frizzante, che apre il terzo weekend di settembre che si annuncia decisamente caldo, più dei precedenti che hanno visto gli scambi concentrarsi sulla seconda blockchain più grande, quella di Ethereum, che ha superato gli scambi sulla catena di Bitcoin.

coin360 20200918
Fonte: COIN360.com

Mercato crypto, +110% per il token di Uniswap

La giornata vede una prevalenza di segni positivi con oltre il 60% delle criptovalute in verde. 

Tra le migliori svetta un rialzo a tripla cifra, quello del token di Uniswap (UNI), che in meno di 24 ore si conquista di diritto la 26° posizione in classifica con circa 876 milioni di dollari di capitalizzazione, con un rialzo che su base giornaliera è di oltre il 110%. 

Segue a distanza con un rialzo di tutto rispetto ABBC Coin (ABBC) con +28%. Bene anche Sushiswap (SUSHI), il fork del DEX di Uniswap, che dopo il forte ribasso di ieri oggi risale di oltre il 20%. 

A differenza di inizio settimana, oggi Hyperion (HYN) accusa un ribasso di oltre il 20%, per la seconda giornata consecutiva. Ciò evidenzia come su questo token siano in atto le prese di beneficio. 

Dei rialzi di oggi ne beneficia tutto l’ecosistema dei token che ruotano intorno alla DeFi.

DeFiPulse 20200918

Il TVL torna sopra i 9 miliardi di dollari. Con molta probabilità il settore sta andando all’attacco del record storico assoluto del 2 settembre, a 9,6 miliardi.

Intanto oggi si registra un nuovo record per il numero di Ethereum bloccati sui protocolli DeFi, oltre 7,5 milioni di pezzi. Aggiornamento di record storico assoluto anche per i Bitcoin tokenizzati su ERC20 con oltre 107.000 pezzi.

Quanto accaduto su Uniswap fa salire il DEX sul podio delle dApp con più collaterale in controvalore in dollari immobilizzato con 1,4 miliardi. 

Uniswap è il primo DEX a mettersi in prima posizione in classifica, seguono Aave e Maker con oltre 1 miliardo di collaterale immobilizzato. Numeri importanti e indicativi di come il settore stia prendendo nuovamente vigore.

Ne beneficia il market cap che oggi si riporta oltre i 355 miliardi di dollari, recuperando 10 miliardi nelle ultime 24 ore. Sono i livelli dei primi giorni di settembre.

Bitcoin arretra leggermente poco sopra il 57% di quota di mercato. Ethereum si riporta al 12,5% di dominance, i livelli più alti delle ultime due settimane. Ripple invece è statico al 3,2%.

BTC 20200918
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Ieri Bitcoin ha provato a superare di nuovo gli 11.000 dollari, ma come accaduto mercoledì, prevalgono le prese di profitto con il ritorno sotto questa soglia più psicologica che tecnica. 

Un nuovo rialzo su base settimanale sarà positivo se domenica sera si confermasse la chiusura sopra gli 11.000 dollari. Sarebbe un segnale di forte reazione dopo l’affondo accusato all’inizio del mese.

In ottica di medio lungo periodo per Bitcoin è necessario proteggere i 10.500 dollari, dove nelle ultime 24 ore sono aumentate le posizioni a protezione di eventuali ribassi. Sotto i 10.500 dollari si apre la possibilità di rituffarsi sotto i 10.000 dollari, ma al momento su base tecnica non ci sono segnali pericolosi.

20200918 BTC vs GOLD Correlation

Nonostante l’affondo iniziale, settembre registra una correlazione realizzata tra oro e bitcoin al massimo storico assoluto al 74%, andando sopra il precedente record di inizio agosto, quando si è sfiorato il 70%. È un momento decisamente brillante per Bitcoin che conferma la narrativa di oro digitale.

ETH 20200918
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Nonostante l’euforia per quanto sta accadendo sulla DeFi, il prezzo di Ethereum fa fatica a superare la soglia dei 390 dollari, e quella psicologica dei 400 dollari,

Un eventuale allungo sopra i 405 dollari aprirebbe spazi per testare area 415-420 dollari, il livello più alto delle protezioni delle opzioni sui derivati in Ethereum.

Per ETH è necessario non scendere sotto i 355 dollari, livello cruciale oramai da inizio dello scorso agosto e che ha visto nell’ultima settimana consolidare i prezzi, spingendo in queste ore nuovamente sopra i massimi relativi del 5 settembre. I 380-390 dollari sono una soglia spartiacque. 

Sarà importante anche per ETH capire come sarà la chiusura settimanale di domenica sera, se sopra o sotto i 380 dollari. 

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.