banner
Trump potrebbe essere un bene per le criptovalute
Trump potrebbe essere un bene per le criptovalute
Criptovalute

Trump potrebbe essere un bene per le criptovalute

By Marco Cavicchioli - 25 Set 2020

Chevron down

Secondo il CEO di Stasis, Gregory Klumov, un’eventuale riconferma di Trump come Presidente USA sarebbe un bene per le criptovalute. 

Klumov è un esperto di investimenti alternativi e ritiene che un’eventuale nuova vittoria di Trump alle elezioni presidenziali di novembre potrebbe avere effetti positivi sulle criptovalute, ed in particolare sugli asset di investimento alternativi come Bitcoin. 

Secondo la sua ipotesi, qualora Trump venisse riconfermato come Presidente degli USA la politica monetaria del dollaro rimarrà aggressiva, con il suo progressivo indebolimento dovuto al procrastinarsi degli stimoli monetari della banca centrale americana. Questo genererà inflazione, mantenendo l’ambiente favorevole per qualsiasi investimento alternativo. 

Inoltre aggiunge che, in circostanze simili, nuovi afflussi di capitali confluiranno in asset liquidi alternative, come per l’appunto le valute digitali, Bitcoin, Ethereum ed alcune altre.

Klumov ritiene che questo processo rafforzerà anche il trend di crescita dell’economia on-demand, incrementando la popolarità dei mezzi di pagamento contactless e dei servizi di consegna tramite canali di comunicazione digitale. 

Il fatto che i pagamenti su blockchain sono tracciabili praticamente in tempo reale, renderà i metodi di pagamento online sempre più richiesti.

Trump e le politiche pro-criptovalute

L’ipotesi che dietro la politica monetaria ultra espansiva della Fed ci sia il presidente Trump, e che questa finirà per generare inflazione dei prezzi in dollari, è condivisa anche da molti altri analisti. Questo può portare a credere che una sua sconfitta potrebbe interrompere questo trend, sebbene prima che un eventuale nuovo presidente entri in carica e possa influenzare la politica monetaria della Fed potrebbero volerci diversi mesi. 

È da tempo condivisa da altri analisti anche l’ipotesi che l’attuale politica monetaria finirà per generare inflazione dei prezzi in dollari, con conseguente afflusso di capitali in particolare su bitcoin. 

Inoltre va anche aggiunto che tale espansione monetaria si è resa necessaria a causa della crisi economica innescata dalle conseguenze della pandemia di coronavirus, che risulta essere tuttora in corso. Questo può portare però anche ad immaginare che tale politica possa continuare anche in caso di sconfitta elettorale di Trump, perlomeno sul breve periodo, ovvero fino a che la crisi economica perdurerà.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.