Toni Servillo ricco con Bitcoin: il solito scam
Toni Servillo ricco con Bitcoin: il solito scam
Sicurezza

Toni Servillo ricco con Bitcoin: il solito scam

By Eleonora Spagnolo - 30 Set 2020

Chevron down

Toni Servillo ricco grazie a Bitcoin Code. Anzi no, ricco grazie a Bitcoin Revolution. Sul web impazzano le pubblicità che lo vedono testimonial delle piattaforme di trading automatico di Bitcoin. Con le quali ovviamente Servillo non ha niente a che fare.

L’attore italiano, protagonista del film premio oscar “La Grande Bellezza” appare suo malgrado in un articolo di un giornale che ha le sembianze del Corriere della Sera. In questo articolo si racconta che alla trasmissione “Che tempo che fa”, Toni Servillo avrebbe raccontato al conduttore Fabio Fazio di essersi arricchito con Bitcoin Code. 

L’articolo è chiaramente falso. Basti pensare che la trasmissione Rai è andata in onda domenica scorsa dopo la pausa estiva e tra i suoi ospiti Servillo non c’era. L’ultima comparsata risale a fine 2019.

Ma l’articolo è veramente fantasioso, arrivando a sostenere che le rivelazioni di Toni Servillo su Bitcoin Code sarebbero state talmente sconvolgenti, che Mediobanca ha chiesto di bloccarne la messa in onda. 

Non solo. L’articolo prosegue con un’intervista all’attore che si dice soddisfatto di aver scoperto Bitcoin Code, con il quale sta guadagnando decine di migliaia di euro al giorno.

Segue una dettagliata spiegazione del funzionamento di Bitcoin Code e di come riesce a generare ricchezza, con annesse altre testimonianze. 

I link interni rimandano in realtà alla piattaforma gemella, Bitcoin Trader, che guarda caso chiude le iscrizioni proprio oggi, 30 settembre. E chi non vorrebbe lasciarsi sfuggire per sempre l’opportunità di diventare ricco?

Andando a vedere il sito, è identico ad altri già visti, quali Bitcoin Champion e Bitcoin Compass.

Tutto lascia pensare che funzioni allo stesso identico modo, e che pertanto sia poco affidabile. 

Si tratta infatti di un sistema per cui gli utenti devono investire una cifra iniziale di almeno 250 dollari e lasciar lavorare il bot. In realtà cercando in rete molti denunciano di aver semplicemente perso i soldi, altro che guadagni milionari.

Toni Servillo e Bitcoin Revolution

Chi sta dietro queste piattaforme pare aver proprio preso di mira l’attore italiano, “testimonial” anche di Bitcoin Revolution. 

In un articolo apparso in rete con data 4 settembre, Servillo, sempre ospite di Che tempo che fa, dice di essersi arricchito con Bitcoin Revolution. 

Ma non era Bitcoin Code, verrebbe da chiedersi. Anche questa volta Mediobanca ha tentato di bloccare la trasmissione. 

Si tratta di un testo decisamente identico al precedente. 

Stavolta però il link rimanda al sito di Bitcoin Revolution che appare leggermente diverso rispetto a Bitcoin Trader. Anche qui però non manca il countdown che avvisa che le iscrizioni stanno chiudendo. Un modo per mettere fretta all’incauto utente che crede davvero di poter cambiare vita con una piattaforma che ti lascia guadagnare migliaia di euro in pochi minuti. 

La verità

Toni Servillo non ha mai parlato di Bitcoin da Fabio Fazio. L’attore deve la sua fortuna più alla sua bravura professionale che non a piattaforme di trading automatico di Bitcoin.

Software che si presentano in modo così ingannevole, difficilmente possono fare ciò che promettono.

È bene sempre ricordare che se un sistema è troppo bello per essere vero, probabilmente non è vero.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.