banner
Elezioni USA, l’impatto sui mercati: gli scenari
Elezioni USA, l’impatto sui mercati: gli scenari
News dal Mondo

Elezioni USA, l’impatto sui mercati: gli scenari

By Eleonora Spagnolo - 2 Nov 2020

Chevron down

È il giorno della vigilia del voto per le elezioni presidenziali USA 2020 e tutti gli occhi sono puntati sugli Stati Uniti anche per l’impatto che l’esito elettorale avrà sui mercati finanziari. 

Trump o Biden, chi vincerà?

I sondaggi danno in testa il candidato democratico Joe Biden, ex vicepresidente ai tempi di Barack Obama. Ma non c’è niente di più incerto dei sondaggi. 

Quel che è sicuro sono le statistiche. E queste dicono che nella maggior parte delle elezioni un presidente uscente ha quasi sempre vinto, con qualche eccezione: nel 1980 Jimmy Carter fu sconfitto da Ronald Reagan, mentre George Bush padre dovette cedere il secondo mandato a Bill Clinton nel 1992. Ma da allora ogni presidente è stato in carica 8 anni. 

Ma, fanno notare da JPMorgan, se c’è un momento in cui i presidenti in carica hanno fallito la rielezione è proprio nel caso di recessioni economiche. È proprio questo lo scenario in cui si celebreranno le elezioni di domani.

La pandemia da Coronavirus ha gettato il mondo nella più grave crisi economica dal dopoguerra. Insomma, sarà il Coronavirus il vero grande elettore di questa competizione. 

Elezioni USA, Biden vs Trump: l’impatto sui mercati finanziari

L’opinione di US Bank

La US Bank ha emesso un report in cui analizza i differenti scenari post 3 novembre, Ad esempio, sottolineano che solitamente quando c’è un cambio di partito alla Casa Bianca, i mercati guadagnano il 5%. Quando il presidente viene rieletto, guadagnano il 6,5%. 

Bisogna anche tenere presente la maggioranza che uscirà per la Camera e il Senato. Se infatti ci fosse un presidente e Camera e Senato totalmente repubblicano o totalmente democratico, questo si tradurrebbe in una volatilità di breve periodo per i mercati. 

Capital.com

Secondo l’opinione di Capital.com una vittoria di Biden farebbe bene all’indice S&P 500, in quando l’esponente democratico avrebbe già pronto un pacchetto di misure in grado di dare una scossa all’economia statunitense. Se invece vincesse Trump, Capital.com prevede ancora volatilità.

Per l’oro verrebbe da dire che comunque vada sarà un successo. Sia che vincesse Biden, sia che fosse riconfermato Trump, continuerebbe ad essere acquistato come bene rifugio per eccellenza e le previsioni per il suo prezzo sono positive. 

Lo scenario peggiore per i mercati

Lo scenario peggiore sarebbe quella di un risultato contestato. Non sembra un’ipotesi remota dal momento che il presidente uscente Donald Trump ha già anticipato che potrebbe non riconoscere la validità del voto in caso di vittoria del suo sfidante. 

Tutti gli analisti sono concordi nel dire che in caso di risultato incerto, questo si tradurrebbe in un periodo di turbolenza per i mercati.

Ad ogni modo, nei prossimi giorni tutto sarà più chiaro. Domani è il gran giorno, e probabilmente mercoledì potrebbe arrivare il verdetto definitivo su chi guiderà gli Stati Uniti d’America per i prossimi 4 anni.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.