banner
Previsione Bitcoin: il prezzo può aumentare ancora
Previsione Bitcoin: il prezzo può aumentare ancora
Bitcoin

Previsione Bitcoin: il prezzo può aumentare ancora

By Marco Cavicchioli - 6 Nov 2020

Chevron down

Nonostante il forte incremento recente del prezzo di bitcoin, una previsione sostiene che potrebbe esserci ancora margine di crescita. 

Lo scenario descritto dall’analista di mercato ed esperto crypto di eToro, Simon Peters, è relativamente complesso. 

Peters fa notare che, nella sola ultima settimana, il prezzo di bitcoin ha sfondato ben 3 livelli, arrivando ad un guadagno del 107% da inizio anno, e superando per la prima volta da gennaio 2018 la soglia dei 15.000 dollari. 

Questa crescita è stata decisamente molto sostenuta, fin da quando ha superato i 12.000$ un paio di settimane fa, per poi superare anche quota 14.000$ e 15.000$. 

Tuttavia, nonostante l’effetto avuto dalle elezioni americane sui mercati finanziari globali, queste ultime non sarebbero l’unico motivo del rialzo del prezzo di BTC fino a questi livelli.

Bitcoin, le ragioni di una previsione di prezzo rialzista

Uno dei motivi che sta spingendo gli investitori verso Bitcoin, da qualche mese a questa parte, è il timore della svalutazione delle valute fiat a livello globale, a causa di un aumento degli stimoli fiscali, in particolare quelli annunciati per far fronte alla nuova emergenza pandemia. 

Secondo Peters, quando le banche centrali annunciano i nuovi ampi piani per iniettare denaro nelle economie, molti investitori crypto lo interpreteranno come un importante segnale per l’acquisto di BTC. 

In altri termini, sebbene la spinta dovuta alle elezioni americane si stia esaurendo, qualora la situazione legata agli stimoli fiscali negli USA divenisse più chiara, ci si potrebbe attendere un ulteriore indebolimento del dollaro americano e, in futuro, ulteriori aumenti del prezzo di bitcoin. 

Non va dimenticato infatti che il possibile nuovo presidente USA, Joe Biden, in campagna elettorale ha promesso ancora più stimoli di quanti ne avesse lanciati Trump nel corso della prima ondata delle pandemia, facendo presumere che effettivamente a questo punto il dollaro americano nel corso dei prossimi mesi potrebbe indebolirsi ancora più di quanto fatto fino ad ora nel corso del 2020.

D’altro canto Peters fa anche notare che il numero di BTC detenuti dai broker o dagli exchange sta continuando a diminuire, suggerendo che gli investitori cerchino sempre più di detenerli per lunghi periodi di tempo, piuttosto che utilizzarli per fare trading sul breve periodo. 

Ha dichiarato: 

“La riduzione dei bitcoin in circolazione, e l’aumento della domanda, potrebbero essere tra le ragioni dietro al continuo aumento del prezzo”. 

Invece il CTO di Bitfinex, Paolo Ardoino, ha così commentato la situazione attuale: 

“Abbiamo assistito all’ascesa e al dominio di bitcoin mentre vengono contati i voti finali delle elezioni statunitensi. Il picco a cui abbiamo assistito, anche nei volumi di trading di Ethereum, nelle ultime 24 ore è spettacolare, in un anno in cui ha alimentato così tanta innovazione nello spazio degli asset digitali. Poiché la capitalizzazione di mercato di Tether supera la soglia dei 17 miliardi di dollari, si potrebbe dire che l’era della criptovaluta è iniziata bene e veramente”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.