banner
Gli incassi del mining di Bitcoin ai livelli pre-halving
Gli incassi del mining di Bitcoin ai livelli pre-halving
Mining

Gli incassi del mining di Bitcoin ai livelli pre-halving

By Marco Cavicchioli - 19 Nov 2020

Chevron down

Gli incassi complessivi del mining di Bitcoin sono tornati sui livelli precedenti all’halving di maggio. 

Lo rivela Glassnode, che mostra come a novembre le entrate complessive siano tornate sopra i 15 milioni di dollari al giorno, con picchi di 20. 

Tali livelli si erano già verificati ad inizio anno, ma poi crollarono a causa del forte calo del valore di bitcoin con il crollo dei mercati finanziari di metà marzo.

Nei giorni precedenti all’halving dell’11 maggio erano tornati sopra i 16 milioni giornalieri, per poi ridiscendere a causa sia dell’halving stesso sia della riduzione del valore di BTC. 

L’impatto dell’halving sugli incassi dal mining di Bitcoin

L’halving infatti ha dimezzato il numero di BTC creati e distribuiti a chi riesce a minare un blocco, portandoli da 12,5 a 6,25, e visto che il numero di blocchi minati quotidianamente è rimasto pressoché invariato, inevitabilmente si è verificato un crollo degli incassi per i miner di Bitcoin. 

Infatti sebbene oltre al premio per aver minato un blocco, i miner incassano anche le fee sulle transazioni, queste costituiscono una percentuale minoritaria delle entrate. 

Visto che viene minato un blocco ogni circa 10 minuti, in totale ogni giorno vengono minati circa 144 blocchi, distribuendo pertanto circa 900 BTC complessivamente ai miner. 

Negli ultimi giorni il totale delle fee incassate quotidianamente dai miner non supera i 100 BTC, ovvero non va oltre il 10% delle loro entrate. 

Pertanto ultimamente sono circa 1.000 i BTC al giorno che vengono incassati complessivamente dai miner di Bitcoin, e visto che il prezzo sta rimanendo costantemente sopra i 15.000$, il valore in dollari distribuito complessivamente ai miner ogni giorno è mediamente superiore ai 15 milioni. 

Da notare che fino all’11 maggio ogni giorno venivano creati 1.800 BTC distribuiti come premio ai miner, mentre le fee incassate quotidianamente da costoro raramente superavano i 50 BTC. Tuttavia con un prezzo attorno ai 9.000$ non si riuscivano lo stesso a superare i 20 milioni di dollari di incassi giornalieri. 

Negli ultimi giorni invece il prezzo è quasi raddoppiato, riequilibrando pertanto la perdita dovuta al dimezzamento dei BTC distribuiti come premio. 

Questa dinamica spiega perché l’hashrate di Bitcoin sia aumentato ultimamente tornando sui livelli pre-halving, e perché anche la profittabilità del mining sia in aumento, sebbene ancora inferiore ad esempio a quella di febbraio.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.