banner
Un attacco a Bitcoin Cash ABC?
Un attacco a Bitcoin Cash ABC?
Blockchain

Un attacco a Bitcoin Cash ABC?

By Alfredo de Candia - 23 Nov 2020

Chevron down

È passata circa una settimana dal fork che ha coinvolto la blockchain di Bitcoin Cash, grazie al quale si è creata una nuova catena, quella di Bitcoin Cash ABC, e in questo tempo stanno già emergendo dati interessanti sul suo utilizzo e su un possibile attacco in corso. 

Prendendo i dati dei blocchi minati sulle diversi reti, vediamo che Bitcoin Cash è avanti con un migliaio di blocchi, mentre Bitcoin Cash ABC ne ha solo un centinaio e, se questo non bastasse, la gestione delle mining pool è molto impari, come si evince da un grafico di CoinDance.

Oltre l’80% delle mining pool è in mano a sconosciuti, una percentuale abbastanza alta e, dai dati degli ultimi blocchi, vediamo che sono proprio loro a trovare blocchi vuoti e ad inserire una misteriosa coinbase:

 H Nov 25th 2020: bcha dump | voluntarism.dev:6174 u/p: x/x 

La data segnata è il prossimo 25 novembre e fa riferimento ad un dump del prezzo della crypto BCHA che avverrà proprio in quel giorno. Infine nella stringa troviamo i dati di una pool, ovvero uno stratum server a cui potersi collegare. 

Da questi dati si pensa che questo gruppo di miner tenterà un attacco a Bitcoin Cash ABC in quel giorno.

Cosa avverrà a Bitcoin Cash ABC il 25 novembre

I miner invitano gli utenti a collegarsi alla loro pool in quella data, immettendo i dati che verranno forniti (la dicitura u/p sta per username e password, che per il momento sono sconosciute x/x) anche se al momento non è possibile collegarsi. 

Non dimentichiamo inoltre che la potenza della rete di BCHA è estremamente crollata in questo tempo, toccando livelli molto bassi e la rete è facilmente passibile di un attacco del 51%, visto che con poche centinaia di dollari sarebbe possibile attaccare questa blockchain. 

Adesso non resta che aspettare il 25 novembre e vedere cosa succederà in quel giorno, se effettivamente si cercherà di mandare offline la rete dall’interno o dall’esterno per far connettere tutti alla stessa pool, creando un vero e proprio attacco organizzato.

 

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.