VISA: nuova partnership con Circle USDC
VISA: nuova partnership con Circle USDC
Stable Coin

VISA: nuova partnership con Circle USDC

By Amelia Tomasicchio - 3 Dic 2020

Chevron down

Inutile negarlo: il fatto di poter spendere le proprie crypto con una normale carta Visa sta semplificando l’adozione delle valute digitali e per questo non sorprende che la famosa stablecoin di Circle abbia voluto stringere una partnership con il colosso Visa per integrare USDC.

Ciò che sorprende è invece la partnership ufficiale con il colosso finanziario, visto che di solito le aziende crypto riescono sì a creare la propria carta di debito basata sul circuito Visa (vedi Binance, Eidoo, Crypto.com e altre) ma non si tratta mai di una vera partnership.

Il concetto però sembra quasi lo stesso, almeno per alcuni versi: Circle potrà creare una sua carta di debito per inviare e ricevere USDC.

Visa non custodirà USDC

Ma ciò che vi è di diverso è che Circle entrerà anche a far parte del programma Fast Track per lavorare con gli emittenti delle varie carte business del circuito per far integrare i pagamenti in USDC, che ricordiamo è una stablecoin peggata al dollaro americano basata sulla blockchain di Ethereum.

Stando a questi fatti, comunque, Visa non farà alcuna custodia di USDC.  

Inoltre, Circle riceverà ben 40 milioni di dollari da Visa come investimento nel progetto.

L’Head of Crypto di Visa, Cuy Sheffield, ha detto a Forbes: 

“Questa sarà la prima carta aziendale che permetterà alle aziende di poter spendere un saldo in USDC. Pertanto pensiamo che questo aumenterà significativamente l’utilità che USDC può avere per i clienti commerciali di Circle. Continuiamo a pensare a Visa come a una rete di reti. Le reti blockchain e le stablecoin, come USDC, sono solo reti aggiuntive. Pensiamo quindi che ci sia un valore significativo che Visa può fornire ai nostri clienti, consentendo loro di usufruire di queste reti e di spendere la stablecoin presso i nostri operatori commerciali”.

In ogni caso, ricordiamo che Circle non è la prima azienda crypto ad entrare nel programma Fast Track, dove troviamo infatti anche Fold, Cred e BlockFi.

 

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e Business Developer di Huobi per il mercato italiano.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.