banner
Consob contro i cloni di Blockchain.com
Consob contro i cloni di Blockchain.com
Sicurezza

Consob contro i cloni di Blockchain.com

By Alfredo de Candia - 7 Dic 2020

Chevron down

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa italiana (Consob) ha segnalato dei siti scam che si spacciano per il wallet Blockchain.com.

Purtroppo nel mondo crypto e non solo spesso capita che dei criminali decidano di falsificare sito web e pagine social facendo finta di essere famose aziende, come successo in questo caso con Blockchain.com.

Le segnalazioni alla Consob sui fake di blockchain.com

È proprio l’intervento di organi competenti che riesce a bloccare e segnalare questo tipo di piattaforme illecite, come nel caso della Consob che ha ricevuto diverse segnalazioni contro delle false copie di Blockchain.com.

Spesso, infatti, i nomi più importanti del settore blockchain vengono presi di mira dai truffatori che, con la semplice copia del layout della piattaforma, riescono a farsi passare per quelli originali e quindi far cadere le vittime nelle proprie truffe, come è capitato anche in passato per Ledger e altri.

Non dimentichiamo che questo tipo di piattaforme potrebbero sembrare solo all’esterno autentiche, ma dietro ci sono dei criminali che operano per dirottare i fondi degli utenti sui propri wallet, recuperando le diverse informazioni di accesso ai veri wallet e di strumenti di pagamento.

In questi casi la procedura prevede che le piattaforme vengano oscurate come misura cautelare verso gli utenti, e quindi le autorità obbligano i vari gestori che forniscono l’accesso a Internet a bloccare gli indirizzi per metterli nella cosiddetta lista nera. In questo modo l’utente riceverà un messaggio di errore.

Altre segnalazioni della Consob

Nel corso degli ultimi mesi, Consob ha segnalato anche Paxful in quanto opera nella British Columbia senza autorizzazione.

Anche la piattaforma dei futures di Binance era stata segnalata ad agosto perché opererebbe in Brasile senza licenza.

Consob e le crypto

Secondo un report della Consob del novembre 2019, oltre il 30% degli italiani non ha mai sentito parlare di Bitcoin o comunque è poco educato verso la materia, quindi sicuramente è facile che molti utenti cadano in diverse truffe.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.