banner
Bitcoin ha battuto il mercato delle azioni 8 volte su 10
Bitcoin ha battuto il mercato delle azioni 8 volte su 10
Bitcoin

Bitcoin ha battuto il mercato delle azioni 8 volte su 10

By Marco Cavicchioli - 18 Dic 2020

Chevron down

Negli ultimi 10 anni le performance del prezzo di bitcoin sono state superiori a quelle del mercato delle azioni per ben 8 volte. 

Lo ha svelato su Twitter il fondatore e CEO di Compound Capital Advisors, Charlie Bilello, mostrando una tabella comparativa degli ultimi 10 anni tra le performance di varie asset class. 

Dal 2011 ad oggi solamente in due occasioni, 2014 e 2018, le performance annuali del prezzo di BTC sono state negative, facendo peggio da questo punto di vista solo del Nasdaq e dello US Large Caps.

Ma se si confrontano tra di loro tutte le singole performance annuali, negli 8 anni in cui bitcoin ha chiuso con un rialzo questo è stato sempre di gran lunga superiore a quello dei mercati azionari, compresi Nasdaq e US Large Caps. 

Bitcoin vs mercati delle azioni

Il dato più impressionante però è quello relativo alla performance cumulativa decennale: +6.271.233% in dieci anni, annualizzato in +203%. 

Va tuttavia detto che il 2011 fu in assoluto il primo anno completo di scambi di BTC sui mercati pubblici, pertanto per quanto riguarda il cumulativo il prezzo estremamente basso del 2011 fa lievitare notevolmente il risultato finale. 

Il singolo anno con la performance maggiore per bitcoin fu il 2013, ovvero l’anno della prima grande bolla speculativa, chiuso con un impressionante +5.507%. 

Questo è anche in assoluto il singolo dato annuale più elevato dell’intera tabella pubblicata da Bilello. 

Il secondo anno con la miglior performance di BTC fu per l’appunto il 2011, mentre il terzo è stato il 2017, ovvero l’anno della seconda grande bolla speculativa. 

Nei due anni in cui la performance di bitcoin è stata negativa, la miglior performance fu fatta segnare da US REITs (VNQ) nel 2014, e addirittura da US Cash (BIL) nel 2018. 

Prendendo come riferimento il tasso di crescita cumulativo annualizzato, in seconda posizione dopo il +203% di BTC c’è il +20% del Nasdaq, che risulterebbe estremamente distante anche nel caso in cui si eliminasse il 2011 da questi calcoli. 

Da notare infine che anche il dato dell’anno in corso elegge come vincitore assoluto bitcoin, con +162%, mentre in seconda posizione si piazza sempre il Nasdaq con +42,7%. 

Una curiosità: tra tutte le asset class prese in considerazione, solo le commodity hanno chiuso il decennio in perdita, con una perdita cumulativa che risulta essere particolarmente pronunciata, -46,8%, indicando un trend di decrescita di lungo periodo. 

Invece lo US Cash chiude il decennio con una performance cumulativa di +48%, ovvero +0,5% medio annuo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.