banner
Ben Mezrich: Bitcoin cambierà il mondo
Ben Mezrich: Bitcoin cambierà il mondo
Bitcoin

Ben Mezrich: Bitcoin cambierà il mondo

By Eleonora Spagnolo - 29 Dic 2020

Chevron down

Bitcoin Billionaires è uno degli ultimi libri di Ben Mezrich che presto arriverà sotto forma di film sui grandi schermi. 

Sembra essere lui, Ben Mezrich, l’autore dei libri che raccontano le rivoluzioni. Già perché prima di questo, aveva scritto “The accidental billionaires” che poi è stato trasformato in un film, “The social network”, che narrava le vicende dietro la nascita e il successo del più celebre social che oggi conosciamo: Facebook

Oggi Ben Mezrich ci riprova con “Bitcoin Billionaires”, che è un seguito di “The social network” e racconta le vicende dei fratelli Tyler e Cameron Winklevoss. 

Ironia del destino, i gemelli Winklevoss erano protagonisti anche di The Accidental billionaires in quanto il libro e il film successivo ripercorrono la vicenda che li vide contrapposti a Mark Zuckerberg. L’attuale CEO di Facebook infatti fu accusato dai gemelli Winklevoss di avergli rubato l’idea di creare una piattaforma che mettesse in connessione gli studenti. La vicenda è culminata in una maxi causa legale che ha visto Zuckerberg risarcire i fratelli Winklevoss con 65 milioni di dollari. 

I gemelli Winklevoss investirono 11 di quei 65 milioni in Bitcoin. Era il 2013, Bitcoin valeva 120 dollari. Inutile dire quanto sia cresciuto a dismisura il valore di Bitcoin all’epoca.

Bitcoin Billionaires, la profezia di Ben Mezrich

Per i Winklevoss è stata una sorta di rivincita nei confronti di Mark Zuckerberg. Una storia che meritava di essere narrata. Lo ha fatto Ben Mezrich, che in questi giorni, su Twitter, ha scritto:

“Nel 2009 ho scritto il libro che è diventato The Social Network perché credevo che Facebook avrebbe cambiato il nostro mondo. Dieci anni dopo ho scritto Bitcoin Billionaires per un motivo simile. Credo che Bitcoin cambierà il nostro mondo”.

Facebook ha veramente cambiato il mondo, facilitando connessioni, amicizie e imponendo un nuovo modo di fare comunicazione. Dall’uomo della porta accanto fino al presidente degli Stati Uniti, tutti comunicano su Facebook. 

Ma Facebook ha anche acquisito una posizione dominante sul mercato, comprando due app di altrettanto successo: WhatsApp e Instagram. E adesso punta a lanciare la sua stablecoin, Diem, la criptovaluta che in origine si chiamava Libra. 

Diem non farà concorrenza a Bitcoin perché nettamente diversa. Diem è centralizzata, e sarà un mezzo di scambio di denaro e di pagamento, mentre Bitcoin, pur essendo nato come moneta peer to peer, oggi si sta accreditando come riserva di valore. 

Bitcoin cambierà il mondo il giorno in cui riuscirà a dimostrare di essere affidabile, arginando la sua alta volatilità e diventando, in definitiva l’oro digitale.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.