Microstrategy e Bitcoin: un investimento raddoppiato
Microstrategy e Bitcoin: un investimento raddoppiato
Bitcoin

Microstrategy e Bitcoin: un investimento raddoppiato

By Eleonora Spagnolo - 4 Gen 2021

Chevron down

Microstrategy ha visto raddoppiare il valore il suo investimento in Bitcoin. È quel che emerge mettendo a confronto gli annunci ufficiali dell’azienda con il prezzo attuale di Bitcoin.

Sono stati diversi gli investimenti di Bitcoin in Microstrategy, documentati dal CEO Michael Saylor. 

Il primo è avvenuto il 14 settembre 2020, quando l’azienda di business intelligence ha annunciato di avere in totale 38.250 Bitcoin per una spesa totale di 425 milioni di dollari. 

L’ultimo in ordine di tempo è datato 21 dicembre. Bitcoin valeva poco meno di 22.000 dollari quando il CEO annunciava di aver acquistato oltre 29.600 Bitcoin per circa 650 milioni. In totale, al 21 dicembre, Microstrategy ha acquistato oltre 70.000 Bitcoin al prezzo medio di 15.694 dollari l’uno.

Bitcoin ha aperto il 2021 con il botto, arrivando a toccare il suo massimo storico a 34.600 dollari nella giornata di ieri. Attualmente è in lieve ritracciamento, attestandosi sui 33.000 dollari. È facile vedere da questi numeri come Microstrategy abbia effettivamente raddoppiato il valore dei suoi Bitcoin.

Microstrategy pioniere degli investimenti istituzionali in Bitcoin

Microstrategy è stata tra i pionieri degli investitori istituzionali in Bitcoin. L’azienda infatti detiene oltre la metà dei suoi asset in criptovaluta.

Spiegava lo scorso 21 dicembre il CEO Michael Saylor

“L’acquisizione di ulteriori bitcoin annunciata oggi riafferma la nostra convinzione che bitcoin, come criptovaluta più ampiamente adottata al mondo, sia una affidabile riserva di valore.  Riteniamo che la gestione proattiva del nostro bilancio, combinata con il miglioramento dei ricavi e della redditività della Società, sia stata un fattore significativo nel recente apprezzamento del nostro prezzo delle azioni”.

Michael Saylor fan di Bitcoin

Del resto proprio Michael Saylor sembra essere un convinto sostenitore di Bitcoin come dimostra il suo profilo Twitter.

Sebbene non appartiene a coloro che si lanciano in profezie sul prezzo, nei suoi post si può notare come creda fortemente nella moneta digitale. 

Ad esempio, lo scorso 26 dicembre twittava

“Il denaro contante è un rifugio dal rischio, ma c’è un prezzo da pagare. Sacrificheresti il 98% della tua opportunità per evitare l’incertezza del domani? La volatilità è vitalità. Bitcoin è Speranza”.

Pochi giorni dopo ha postata un grafico di Messari in cui si evidenziava la performance 2020 del Bitcoin, lungamente superiore a quella di qualsiasi altro asset: 

Infine, oggi Michael Saylor è tra coloro che celebrano la copertina dell’edizione odierna del Financial Times che mostra l’ascesa del prezzo del Bitcoin: 

Le sue parole sono le seguenti:

“Il primo giorno lavorativo del 2021, Bitcoin prende il suo giusto posto in cima al Financial Times”. 

Aggiungendo anche una citazione dello scrittore Victor Hugo.

“Nessuna forza sulla terra può fermare un’idea la cui ora è giunta” 

L’andamento del prezzo del Bitcoin sembra giustificare tutto il suo entusiasmo e le sue speranze.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.