banner
Nuovo massimo storico per la difficulty del mining di bitcoin
Nuovo massimo storico per la difficulty del mining di bitcoin
Mining

Nuovo massimo storico per la difficulty del mining di bitcoin

By Marco Cavicchioli - 11 Gen 2021

Chevron down

La difficulty del mining di bitcoin è salita per la prima volta nella storia sopra i 20T.

Questo parametro regola la difficoltà del lavoro che è necessario svolgere per confermare i blocchi, in modo che in media ne venga minato uno ogni circa 10 minuti.

A causa del forte incremento di valore di BTC delle ultime settimane è aumentata moltissimo la profittabilità del mining, tornata ai livelli di agosto 2019, quando sul prezzo di bitcoin stava per terminare la mini-bolla speculativa dovuta all’annuncio di Libra da parte di Facebook. 

Un tale livello di profittabilità è più di tre volte superiore a quello di ottobre 2020, ed ha pertanto indotto i miner ad incrementare la potenza di calcolo dedicata a questa attività. Il risultato è stato un sensibile aumento dell’hashrate che ha fatto crollare il block-time ad 8 minuti.

Fino al 26 dicembre 2020 il block-time era rimasto attorno ai 10 minuti, ma con l’incremento del valore di BTC da 25.000$ a 40.000$ la profittabilità del mining è letteralmente esplosa, con conseguente aumento dell’hashrate e riduzione del block-time ad 8 minuti. 

Mining Bitcoin, la difficulty a 20T

A questo punto un aumento della difficulty era inevitabile, e l’ultimo di questi aumenti, avvenuto sabato 9 gennaio, l’ha portata per la prima volta nella storia oltre i 20T. 

Questo incremento, assolutamente necessario ed inevitabile, farà aumentare il block-time, ma non è detto che riuscirà a riportarlo a 10 minuti. Qualora ciò non dovesse accadere, si prevede che il prossimo aggiornamento della difficulty, che dovrebbe avvenire tra il 22 ed il 23 gennaio, potrebbe incrementarla ulteriormente, di una percentuale compresa tra il 2% e l’8%. 

Tuttavia se nel frattempo il prezzo di BTC dovesse continuare a scendere, è possibile che la profittabilità del mining torni ai livelli di dicembre, inducendo i miner a ridurre la potenza di calcolo impegnata, con conseguente riduzione spontanea del block-time. 

È utile ricordare che gli aggiornamenti della difficulty, ed il suo valore, non hanno conseguenze sul prezzo di bitcoin, e che invece è vero il contrario. 

Infatti, come descritto prima, il prezzo incide direttamente sulla profittabilità, che a sua volta incide indirettamente sull’hashrate e sul block-time, producendo inevitabili aggiustamenti automatici della difficulty in modo da mantenere il block.time attorno a 10 minuti.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.