banner
Pantera Capital, l’hedge fund che vede Bitcoin a 115.000$
Pantera Capital, l’hedge fund che vede Bitcoin a 115.000$
Bitcoin

Pantera Capital, l’hedge fund che vede Bitcoin a 115.000$

By Marco Cavicchioli - 18 Gen 2021

Chevron down

Nell’ultima newsletter inviata dall’hedge fund Pantera Capital si ipotizza un prezzo di Bitcoin a 115.000$. 

L’analisi pubblicata all’interno della newsletter confronta la bullrun del 2017 con quella attuale, ed utilizza il modello stock-to-flow per proiettare il prezzo di BTC nei prossimi mesi.

Prendendo come punto di riferimento il giorno dell’ultimo halving, 11 maggio 2020, e seguendola proiezione dello stock-to-flow, il risultato che si ottiene è 115.212$ ad agosto 2021.

Il fatto è che ad aprile, prima dell’halving, Pantera Capital scrisse in un’altra newsletter che l’halving è un grande evento, ma gli ci vogliono anni per esprimere tutto il suo potenziale, grazie ad un processo di 2,5 anni che inizia 1,3 anni prima dell’halving e, in media, porta al picco 1,2 anni dopo. Sommando 1,2 anni all’11 maggio 2020 si ottiene l’11 agosto 2021. 

L’hedge fund che aveva già intuito il prezzo di Bitcoin

Seguendo questa proiezione, ad aprile 2020 Pantera aveva immaginato che il prezzo di BTC avrebbe potuto arrivare a 38.000$ a metà gennaio 2021, ed in effetti la realtà è stata molto simile.

Non si tratta però di un percorso lineare, come la proiezione dello stock-to-flow potrebbe far immaginare, ma con spike e ribassi. 

A proposito della proiezione di 115.212$ ad agosto 2021, il CEO di Pantera Capital, Dan Morehead, ha dichiarato: 

“Non sto dicendo che scommetterei sui nostri risparmi di una vita che accadrà sicuramente, ma penso che sia possibile, e siamo sulla buona strada per farlo”. 

Storicamente il prezzo di BTC ha toccato un picco minimo 459 giorni prima dell’halving, ovvero circa 15 mesi, seguito poi da una risalita fino alla data dell’halving, con seguente esplosione al rialzo. 

I rally post-halving hanno avuto una media di 446 giorni, ovvero poco meno di 15 mesi.

Pantera afferma anche che l’impatto sul prezzo di ogni successivo halving probabilmente diminuirà sempre più di importanza. 

Infatti ad esempio il secondo halving ridusse l’offerta solamente di un terzo rispetto al primo, passando da -15,3% a -5,1%, mentre il terzo halving (quello del 2020) l’ha ridotta solamente del 2,2%. 

L’analisi si conclude con il detto “la storia non si ripete, ma spesso fa rima”, e con una probabilità maggiore del 50% che il prezzo del bitcoin salga.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.