banner
Argentina, la tassa sui ricchi anche per chi ha Bitcoin
Argentina, la tassa sui ricchi anche per chi ha Bitcoin
Bitcoin

Argentina, la tassa sui ricchi anche per chi ha Bitcoin

By Eleonora Spagnolo - 21 Gen 2021

Chevron down

In Argentina una tassa “patrimoniale” mette a rischio i grandi Hodler di Bitcoin. 

Secondo quanto riporta la BBC infatti, è stata recentemente approvata una tassa che dovranno pagare le persone più benestanti, i cui proventi saranno destinati per l’acquisto di forniture mediche e misure necessarie per il contrasto al Coronavirus.

Circa 12.000 persone che hanno asset pari a 200 milioni di pesos (2,5 milioni di dollari) dovranno fare i conti con questa sorta di prelievo forzoso. L’imposta arriva fino al 5,25% sui propri beni. 

La tassa ha fatto molto discutere, perché si applica anche a chi possiede beni al di fuori del paese. Secondo i gruppi di opposizione scoraggerà gli investitori. 

Ad ogni modo, il governo conta di raccogliere in questo modo 300 miliardi di pesos, che saranno così divisi:

  • Il 20% andrà alle forniture mediche, 
  • il 20% alle agevolazioni per le piccole e medie imprese, 
  • il 20% alle borse di studio per gli studenti, 
  • il 15% agli sviluppi sociali, 
  • il 25% alle iniziative per il gas naturale.

L’Argentina sta fronteggiando un alto numero di contagi da Coronavirus. Una settimana fa sono state introdotte nuove restrizioni per contenere l’impennata di casi dovuti anche al fatto che nel paese è piena estate e molta gente si si ritrova sulle spiagge. 

Fino ad un mese fa, si contavano 1,5 milioni di contagi su 45 milioni di abitanti. 

Bitcoin in Argentina

Il paese in realtà è anche in serie difficoltà economiche per l’inflazione galoppante. Per questo molti argentini, per contrastare la svalutazione della moneta locale, hanno investito in Bitcoin. Sia Paxful sia Localbitcoins, due piattaforme che consentono lo scambio peer to peer di Bitcoin, hanno registrato nei mesi scorsi picchi di volumi. 

Tuttavia i grandi hodler sembra che non potranno sfuggire alle tasse. Anche loro dovranno contribuire alla ripresa sanitaria, sociale ed economica del paese.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.