Così GameStop ha messo in crisi l’app Robinhood
Così GameStop ha messo in crisi l’app Robinhood
News dal Mondo

Così GameStop ha messo in crisi l’app Robinhood

By Eleonora Spagnolo - 30 Gen 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’app Robinhood è sul banco degli imputati dopo il caso GameStop: lo short squeeze che ha fatto impennare le sue azioni, non è stato dovuto solo a Reddit. 

Reddit ha messo insieme la community che ha scommesso sul rialzo delle azioni di GameStop, AMC, American Airlines. Tutti casi di aziende che sembravano sull’orlo del baratro, tornate sulla cresta dell’onda grazie a gruppi di giovanissimi che si sono ritrovati su Reddit, ma che hanno agito su Robinhood.

Robinhood è l’app di trading popolarissima negli Stati Uniti tra i ragazzi. Ha insegnato loro a fare quello che i loro genitori non avrebbero saputo fare: entrare nei mercati finanziari, da soli, senza bisogno di broker o intermediari. Accusata di aver reso il trading un gioco, in realtà Robinhood ha avuto il merito di ampliare un settore che sembrava riservato solo a professionisti. 

Il caso GameStop è stato raccontato come un gruppo di giovanissimi che ha messo in ginocchio l’alta finanza, visto che un Hedge Fund come Melvin Capital si è trovato in difficoltà e ha avuto bisogno di un’iniezione di liquidità da quasi 3 miliardi per non andare in bancarotta.

La verità è che i mercati finanziari non sono abituati alla volatilità delle criptovalute. Rialzi del 300% in poco tempo non sono contemplati, soprattutto se sono esposti i grandi investitori. Tanto è bastato affinché persino la Casa Bianca iniziasse a monitorare la situazione. 

Alla fine, l’alta finanza ha prevalso e Robinhood, da app per il trading per tutti, ha ristretto quel trading che tanto aveva agevolato. Lo ha fatto con un post sul suo blog per annunciare che le novità sarebbero state applicate ad American Airlines, AMC, GameStop e agli altri stock preda della volatilità. Il risultato è che quelle azioni hanno perso valore in modo repentino, come repentina era stata la salita. 

Sul blog si legge:

“Siamo impegnati ad aiutare i nostri clienti a navigare in questa incertezza. Crediamo fondamentalmente che tutti dovrebbero avere accesso ai mercati finanziari. Siamo onorati di aver aiutato molte persone a investire nei mercati per la prima volta. E siamo determinati a fornire agli investitori nuovi ed esperti gli strumenti e le risorse per aiutarli a investire in modo responsabile per il loro futuro finanziario a lungo termine”. 

Tesi confermata anche dal CEO Vlad Tenev su Twitter

“Come società di brokeraggio, Robinhood ha molti requisiti finanziari, compresi gli obblighi di capitale netto della SEC e i depositi della stanza di compensazione. Alcuni di questi requisiti fluttuano in base alla volatilità dei mercati e possono essere sostanziali nell’ambiente attuale.

Questi requisiti esistono per proteggere gli investitori e i mercati e noi prendiamo seriamente le nostre responsabilità di rispettarli, anche attraverso le misure che abbiamo preso oggi”.

E aggiunge: 

“Per essere chiari, questa decisione non è stata presa su indicazione di nessun market maker a cui ci rivolgiamo o di altri partecipanti al mercato.

A partire da domani, abbiamo intenzione di permettere acquisti limitati di questi titoli. Continueremo a monitorare la situazione e a fare aggiustamenti se necessario.

Non possiamo controllare, tuttavia, la diffusione fulminea di informazioni e disinformazione che avviene sui social media, e per questo sono incredibilmente dispiaciuto per i nostri clienti e il nostro staff”.

Robinhood, l’app ferma il trading di GameStop: le reazioni

La decisione ha scatenato numerose critiche. Si è parlato di trading ban. 

Durissimo Tyler Winklevoss:

“Robinhood è sempre stata una bugia e un marketing fantasioso. Non si sono mai preoccupati della folla di WallStreetbets, si sono preoccupati solo di vendere il flusso di ordini del piccolo uomo a Citadel. Oggi, hanno mostrato i loro veri colori al mondo”.

Anche Jimmy Song è stato duro:

Robinhood è un brokeraggio gratuito e senza commissioni.

Se è gratis tu sei il prodotto. E indovina a chi ti vendono? Agli hedge fund.

Si mormora che sulla decisione di Robinhood abbiano influito delle pressioni (smentite) e non solo quel rischio paventato dal co-founder, di infrangere le normative imposte dalla SEC a causa dell’alta volatilità dei mercati. 

E c’è da dire che altre app simili a Robinhood hanno preso decisioni simili. Robinhood è solo la più popolare ma non l’unica. 

Certo è che fino ad una settimana fa si diceva che Robinhood era pericolosa per quei giovani che si avvicinavano alla finanza impreparati. Dopo il caso GameStop è del tutto evidente che Robinhood è pericolosa anche per gli hedge fund, che comunque ne sono usciti più protetti degli utenti cui Robinhood era destinata.

 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.