banner
WallStreetBets decide di pumpare XRP
WallStreetBets decide di pumpare XRP
Altcoin

WallStreetBets decide di pumpare XRP

By Amelia Tomasicchio - 1 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il gruppo Reddit WallStreetBets, dopo aver deciso di far salire il valore delle azioni di GameStop (GME) e il prezzo della crypto Dogecoin (DOGE), ora pare che abbia deciso di far salire Ripple (XRP).

Oggi, infatti, alle ore 14.30 italiane, il gruppo si è organizzato per comprare in massa XRP e quindi farne salire il prezzo alle stelle.

Prima di XRP: WallStreetBets e le manipolazioni di mercato

Prima di farsi prendere dall’entusiasmo, ricordiamo che Dogecoin – dopo questo pump – è sceso di nuovo altrettanto velocemente. Infatti, grazie a WallStreetBets, il prezzo era salito da circa 0.01 centesimi a 0.07 centesimi ed ora è nuovamente sceso sui 0.03 centesimi di dollaro.

Per questo è meglio stare attenti in un mercato così volatile, oltre al fatto che secondo la legge le manipolazioni non sono certo lecite e punibili, quindi tecnicamente ciò che il gruppo sta facendo non sarebbe legale. 

Addirittura, GameStop è stato ancora più volatile di Bitcoin, visto che solo il 26 gennaio scorso il titolo ha ha guadagnato il 93,4% passando da 76 dollari ai 147.

Il fine del gruppo, comunque, potrebbe anche essere considerato un po’ alla Robin Hood, far arricchire i trader per una volta e non gli speculatori di Wall Street che fanno le loro manipolazioni da ben piü tempo.

Ad ogni modo, ricordiamo che quello che sta facendo Wall Street Bets non è poi così diverso da quello che fanno gli influencer su Twitter. Qualche tempo fa, ad esempio, un tweet di John McAfee faceva salire il prezzo di una crypto e allo stesso modo un tweet di Elon Musk ha fatto salire Bitcoin – e tempo fa Dogecoin.

Che sia legale o meno, queste vicende ci fanno capire che tutti i mercati sono molto volatili, anche i titoli, e per cui bisogna essere prudenti nel fare trading e investire sempre solo quello che ci si può permettere di perdere.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.