banner
Svizzera, a Zugo le tasse si pagano in crypto
Svizzera, a Zugo le tasse si pagano in crypto
Criptovalute

Svizzera, a Zugo le tasse si pagano in crypto

By Eleonora Spagnolo - 18 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il cantone di Zugo in Svizzera inizierà ad accettare pagamenti di tasse in Bitcoin o Ethereum. Lo farà grazie al supporto della banca Bitcoin Suisse. La banca di fatto convertirà BTC ed ETH necessari per pagare le tasse sulle criptovalute, in franchi svizzeri. 

Sul sito ufficiale del cantone di Zugo viene spiegato come funzionerà il pagamento delle tasse che sembra essere molto semplice: basta scansionare un QR code ed inviare la somma richiesta dal proprio wallet. Al momento c’è un tetto sui pagamenti fino a 100.000 franchi svizzeri.

Questa procedura non è nuova per la Svizzera. Come riporta The Block Crypto, già Zermatt e Chiasso accettano i pagamenti di tasse in criptovalute.

Stando a quanto spiegato, possono pagare le tasse in criptovalute sia le persone fisiche sia le persone giuridiche. Possono essere pagate in questo modo le tasse sul reddito e sul patrimonio delle persone fisiche, e le tasse sul reddito e sul capitale delle persone giuridiche. Spiega il sito ufficiale che anche le ritenute alla fonte sul reddito, le imposte sulle successioni e sulle donazioni possono essere pagate in Bitcoin o Ethereum.

Il pagamento ha una commissione dell’1% addebitata in CHF che serve a compensare il costo del cambio tra BTC ed ETH e franchi svizzeri. Il coinvolgimento della Bitcoin Suisse AG permetterà al cantone di Zugo di tenersi al riparo dalla volatilità delle criptovalute. In pratica, sarà la banca ad assumersi il rischio derivato dalla volatilità e dai tassi di cambio verso valuta fiat, mentre al cantone di Zugo arriveranno esattamente le tasse fatturate in franchi svizzeri. 

Zugo e le tasse in criptovalute: la Svizzera si conferma una crypto-valley

Questo provvedimento che riguarda il cantone di Zugo, conferma come la Svizzera sia un vero e proprio hub dove le criptovalute sono accettate e incoraggiate. Ciò in un momento in cui Bitcoin e le crypto sono al massimo della popolarità, grazie agli incrementi di prezzo che stanno portando il settore a toccare ogni giorno nuovi record assoluti. 

A proposito della scelta di utilizzare le criptovalute per pagare le tasse, a settembre, quando fu fatto l’annuncio, il direttore finanziario Heinz Tännler aveva spiegato: 

“Come casa della Crypto Valley, è importante per noi promuovere ulteriormente e semplificare l’uso delle criptovalute nella vita quotidiana. Permettendo il pagamento delle tasse con Bitcoin o Ether, stiamo facendo un grande passo in questa direzione”.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.