banner
Gene Simmons ha comprato Cardano
Gene Simmons ha comprato Cardano
Altcoin

Gene Simmons ha comprato Cardano

By Eleonora Spagnolo - 19 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Gene Simmons ha comprato Cardano. Il leader della leggendaria band dei Kiss ha investito ben 300.000 dollari nell’acquisto di ADA. 

Lo ha annunciato lui stesso via twitter:

Tuttavia nel post Gene Simmons ha l’umiltà di non considerarsi un analista finanziario, pertanto il suo tweet non è da considerarsi un consiglio di investimento: 

“Non sono un analista finanziario e non vi sto dicendo di comprare o non comprare. Semplicemente vi faccio sapere cosa sto facendo e in cosa credo. Perché? Perché credo che stia salendo… e sta sempre a voi fare ricerche e decidere”.

Gene Simmons e le altre celebrità che scelgono Cardano

Gene Simmons solo qualche giorno fa aveva esternato ai suoi 900.000 follower quelli che erano stati i suoi acquisti di criptovalute. Aveva ammesso di possedere già Bitcoin, Ethereum, Binance Coin e Litecoin. A questo paniere ora si è aggiunto Cardano.

Ma non è l’unica celebrità che ha scelto Cardano: Anche BitBoy Crypto ha annunciato sul suo canale youtube che vanta ben 500.000 iscritti, che venderà Bitcoin per acquistare Cardano. Anzi lo ha già fatto: ha venduto 10 Bitcoin, che attualmente valgono 500.000 dollari, per comprare ADA. 

Effettivamente la performance di Bitcoin dall’inizio del 2021 è ottima, con un’ascesa da 30.000 a 51.000 dollari, un guadagno dell’80%. Ma altre crypto, tra cui Cardano, stanno facendo ancora meglio. Cardano ad inizio anno valeva 18 centesimi di dollaro: in un mese è mezzo è volata fino a raggiungere gli attuali 90 centesimi, moltiplicando il suo prezzo di 4,5 volte. 

Non è solo il prezzo a rendere attrattiva Cardano.

A marzo ci sarà l’hard fork Mary che aggiungerà un aggiornamento per poter permettere di creare token nativi su Cardano, il primo passo verso la fase Goguen. 

Inoltre il 31 marzo il parametro “d” (d-parameter) della blockchain arriverà a zero, facendo in modo che tutti i blocchi verranno prodotti dagli stake pool operator e non più da IOHK, processo che renderà la blockchain totalmente decentralizzata.

Infine, un rumors torna a circolare: Cardano potrebbe essere presto listata su Coinbase. Come è noto, quando un token viene listato su Coinbase tende anche ad aumentare di prezzo. Ma probabilmente bisognerà attendere i prossimi mesi. Questa voce in realtà si era già diffusa a luglio 2020, lasciando i fan con la speranza che il listing potesse avvenire entro fine anno. 

Inoltre Cardano starebbe lavorando in un progetto di forte espansione in Africa. Sebbene manchino le conferme ufficiali sia da IOHK che dal CEO Charles Hoskinson, quel che emerge da John O’Connor, direttore delle operazioni in Africa per IOHK, è che Cardano sta lavorando per avere milioni di utenti in Africa.

Una forte espansione, accompagnata da tante altre notizie, che spiega l’entusiasmo che sta circondando Cardano. 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.