banner
S&P 500 e Bitcoin, la lunga correlazione
S&P 500 e Bitcoin, la lunga correlazione
Bitcoin

S&P 500 e Bitcoin, la lunga correlazione

By Eleonora Spagnolo - 16 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Si dice che Bitcoin sia un bene rifugio e questo fa pensare che quando gli indici azionari tra cui l’S&P 500 calano, Bitcoin resti stabile o salga.

Le cose non stanno propriamente così.

Cos’è l’S&P 500 

L’S&P 500 è un indice azionario tra i più importanti del mercato degli Stati Uniti. Fondato da Standard & Poor’s nel 1957 segue l’andamento di circa 500 aziende tra le più note quotate al NYSE e al Nasdaq. 

Include quindi nel suo paniere alcune tra le aziende importantissimi quali ad esempio Apple, Microsoft, la Berkshire Hathaway di Warren Buffett, ma anche Facebook e Alphabet (Google). 

Va da sé che il valore dell’indice è direttamente influenzato dalla performance sui mercati azionari delle aziende contenute nel paniere. 

La correlazione tra Bitcoin e l’S&P 500

Intanto la prima differenza è che Bitcoin è quotato 24 ore su 24, 7 giorni a settimana. Mentre l’S&P 500 seguendo i mercati azionari, ha un grafico che riflette l’andamento dal lunedì a venerdì, interrompendosi di sabato e domenica e in particolari giorni festivi.

Osservendo i grafici annuali emerge che i due indici sembrano abbastanza correlati.

Ad esempio da marzo 2020 a marzo 2021 entrambi hanno visto sicuramente aumentare il loro peso, sebbene la scalata di Bitcoin sia senza paragoni

Basti pensare che il 13 marzo 2020 Bitcoin era sceso sotto i 4.000 dollari (era il giorno del panico da Covid che travolse tutti i mercati, criptovalute comprese) mentre proprio sabato 13 marzo 2021 Bitcoin è arrivato al nuovo record di 60.000 dollari. 

Bitcoin in 12 mesi ha visto il suo valore aumentare di 15 volte. L’S&P 500 invece è passato dai 2.300 punti di marzo 2020 agli attuali 3.900 punti. Pur crescendo di molto, non è neppure raddoppiato. Ma il mercato azionario ha un andamento decisamente più stabile e meno volatile rispetto al mercato delle criptovalute, abituato invece a forti oscillazioni.

Ad ogni modo, sul lungo periodo sembra che entrambi abbiano un andamento positivo. 

Sul breve periodo capita invece che i due seguono un trend distinto. Ad esempio, in questi giorni in cui Bitcoin sta scendendo, l’S&P 500 sta avendo un andamento positivo. Tuttavia l’attuale calo di Bitcoin era previsto, visto il rally del fine settimana che lo ha portato al record di prezzo oltre i 60.000 dollari. 

Quella del Bitcoin resta comunque una performance da far impallidire i mercati finanziari.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.