banner
Bitcoin e S&P 500, tra correlazione e delusione
Bitcoin e S&P 500, tra correlazione e delusione
Bitcoin

Bitcoin e S&P 500, tra correlazione e delusione

By Federico Izzi - 12 Mar 2020

Chevron down

Se confrontiamo il grafico di Bitcoin e dell’S&P 500 dalla metà di febbraio è un grafico speculare. L’andamento similare stava caratterizzando Bitcoin e oro da metà dicembre fino a poche settimane fa. 

Ma osservando ora il grafico di Bitcoin e dell’S&P 500 si può riscontrare come in questo ultimo mese i due mercati siano altamente correlati. 

BTC vs SP500

È un’indicazione che non fa ben sperare nelle prossime settimane ma, come Bitcoin ci ha abituato anche nel passato, è molto probabile che questa correlazione verrà poi a mancare. 

In un momento così difficile, con le tensioni che si riscontrano sui mercati finanziari e sotto l’aspetto psicologico, l’attesa dell’halving che si fa sempre più vicino sembra messa in secondo piano.

Per le criptovalute si annulla totalmente il lavoro fatto negli ultimi mesi e iniziano a nascere dubbi sul settore in una fase altrettanto delicata dei mercati azionari mondiali, con le borse che oggi registrano ulteriori minimi e affondi. 

Sui mercati europei gli indici Dax, Eurostoxx, Ftsi Mib segnano anche oggi ribassi a doppia cifra del 10%. 

Il ribasso degli indici azionari statunitensi oggi fa bloccare gli scambi, che con molta probabilità domani verranno sospesi per un periodo indeterminato per far fronte a una crisi pandemica che oramai è arrivata anche negli Stati Uniti.

Questo renderà necessarie azioni come quelle prese in Europa che bloccheranno le attività, i mercati e gli scambi telematici degli indici dei mercati azionari statunitensi, come quello del CME, del CBOE e con molta probabilità anche del NASDAQ.

L’unico asset che si sta dimostrando un anticoronavirus è quello dell’oro che, anche se in contrazione, continua a mantenersi sui massimi degli ultimi anni, massimi recentemente aggiornati. 

Ci si aspettava da Bitcoin e dalle criptovalute un comportamento diverso. Certo è che questo movimento ha decisamente annullato tutti i rialzi che ci hanno accompagnato fino a pochi giorni fa e per gran parte del trimestre che ora si avvia conclusione in maniera non più così entusiasmante. 

Non è tutto perduto, ma bisognerà fare i conti con un mercato globale dove tutti gli indici sono tutti impostati al ribasso.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.