banner
Anche Mick Jagger ha il suo NFT
Anche Mick Jagger ha il suo NFT
NFT news

Anche Mick Jagger ha il suo NFT

By Eleonora Spagnolo - 22 Apr 2021

Chevron down

Anche Mick Jagger entra nel mondo degli NFT con la sua ultima canzone: Eazy Sleazy. Una porzione di 30 secondi della canzone realizzata insieme a Dave Grohl (frontman dei Foo Fighters ed ex Nirvana) è stata trasformata in Non Fungible Token e venduta all’asta su Nifty Gateway. 

Ad aggiudicarsi il pezzo per 50.000 dollari un utente il cui nome è brockpierce. Non è chiaro se si tratti proprio di Brock Pierce, che si è limitato a retwittare sul suo profilo la notizia riportata da Decrypto

L’NFT di Mick Jagger

Come spiegato nel sito ufficiale del cantante e frontman dei Rolling Stones, l’opera è stata realizzata in collaborazione con l’artista 3D Extraweg, prodotto da Pink Salt con la collaborazione di Guja Quaranta

L’opera è stata messa all’asta per un solo giorno, per 24 ore, lo scorso 15 aprile sul marketplace che fa capo all’exchange Gemini. 

I proventi andranno in beneficenza a diverse organizzazioni:

  • Back Up: si tratta di un ente di beneficenza registrato nel Regno Unito che fornisce assistenza all’industria dell’intrattenimento, che è evidentemente in sofferenza a causa delle restrizioni dovute al Covid-19;
  • Music Venue Trust, un ente di beneficenza che si occupa di migliorare i luoghi della musica nel Regno Unito, in particolare quelli utilizzati da artisti emergenti;
  • NIVA (National Independent Venue Association), un’organizzazione che si occupa di preservare l’ecosistema degli eventi live indipendenti negli Stati Uniti, con una particolare attenzione alla comunità di artisti, fan e lavoratori del settore. 

Parte dei proventi raccolti saranno devoluti anche a interventi per cause ambientali, anche se questo aspetto non è chiarito. 

Gli NFT nel mondo dello spettacolo

Mick Jagger è solo l’ultima celebrità ad approdare nel mondo degli NFT. A cavalcare il boom dei non-fungible token del 2021 ci sono già altre celebrities. Ad esempio Paris Hilton: l’ereditiera ha lanciato i suoi NFT sfruttando la blockchain di Tron. 

Anche l’attrice Lindsay Lohan ha creato un suo NFT su Ethereum, in vendita su Rarible.

Infine la star del football americano Tom Brady ha lanciato una sua piattaforma per NFT chiamata Autograph. 

È evidente che il mondo dell’arte e dello spettacolo hanno trovato negli NFT una soluzione per promuovere le proprie opere in un modo innovativo e che sta diventando sempre più diffuso. 

 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.