banner
Paxful si espande in Nigeria e stringe una partnership con DingConnect
Paxful si espande in Nigeria e stringe una partnership con DingConnect
Criptovalute

Paxful si espande in Nigeria e stringe una partnership con DingConnect

By Amelia Tomasicchio - 5 Mag 2021

Chevron down

Come dichiarato pochi giorni fa sul suo blog ufficiale, l’exchange Paxful ha deciso di espandersi e per questo ha stretto una partnership con DingConnect.

Dal suo lancio, la piattaforma di scambi peer to peer ha visto tradare un valore pari a ben 5 miliardi di dollari e ora per continuare la sua scalata al successo ha annunciato di aver iniziato a collaborare con l’azienda di ricariche telefoniche 

Si legge infatti sul blog di Paxful:

“DingConnect, che opera in oltre 150 paesi e ha più di 550 operatori, è uno dei migliori nel settore e miriamo ad ampliare ulteriormente questo punto di forza dando agli utenti l’accesso al nostro assortimento di oltre 350 metodi di pagamento. Oggi, gli utenti possono usufruire della massima flessibilità di pagamento per essere il proprio manager, gestire il proprio business globale e guadagnare crypto”.

In sostanza, con questa nuova collaborazione sarà possibile comprare Bitcoin (BTC), Tether (USDT), o Ethereum (ETH) usando la ricarica telefonica.

Paxful in Nigeria e nei paesi del ban crypto

Nel frattempo, soprattutto in Nigeria, la piattaforma sta raggiungendo un successo clamoroso, specie tenendo conto che nel paese in teoria le criptovalute sarebbero vietate.

In Nigeria Paxful ha dichiarato di avere 1 milione e mezzo di utenti e circa 1 miliardo di dollari scambiati. Gli altri paesi dove la piattaforma ha fatto piu trade durante il mese di aprile 2021 sarebbero anche Cina e India, quindi tutte zone dove i governi stanno provando a bannare le criptovalute ma evidentemente con poco successo.

Il CEO di Paxful, Ray Youssef, ha così spiegato: 

“Le criptovalute rappresentano un’alternativa, un modo per ristrutturare il sistema finanziario basandosi sull’uguaglianza. La nostra missione a Paxful è quella di dare a tutti uguale accesso alla finanza, non importa chi sono o dove sono, affinché possano controllare il proprio denaro e costruire il futuro che vogliono grazie alla libertà finanziaria”.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.