banner
Tether rende pubbliche le riserve
Tether rende pubbliche le riserve
Stable Coin

Tether rende pubbliche le riserve

By Eleonora Spagnolo - 13 Mag 2021

Chevron down

Tether Holding Limited ha reso pubbliche le informazioni circa le riserve sottostanti a Tether, la stablecoin regina incontrastata del mercato delle criptovalute ancorate al dollaro USA. 

Dopo le polemiche, le cause, le accuse di manipolare il prezzo di Bitcoin, la società ora opta per la più totale trasparenza

Nel documento reso pubblico si possono vedere due grafici a torta che illustrano le riserve sottostanti a Tether al 31 marzo 2021. 

Sono così suddivise:

  • 75,85% denaro, equivalente del denaro, depositi a breve termine e titoli di credito;
  • 12,55% prestiti garantiti;
  • 9,96% corporate bond, fondi e metalli preziosi;
  • 1,64% altri investimenti (compresi token digitali). 

La parte più sostanziosa, il 75,85% di Cash & Equivalent, è a sua volta così suddiviso:

  • 65,39% di titoli di credito;
  • 24,20% depositi fiduciari;
  • 3,87% denaro;
  • 3,6% contratti PCT inversi;
  • 2,94% buoni del tesoro.

Stuart Hoegner, General Counsel di Tether ha spiegato:

“Oggi, Tether Holdings Limited ha reso disponibili le informazioni sulla composizione delle sue riserve a sostegno dei token Tether emessi. Tether ha proposto la pubblicazione in corso della ripartizione delle riserve come parte del nostro accordo con l’ufficio del procuratore generale di New York, e ci siamo impegnati a rendere tali informazioni disponibili sia all’ufficio del procuratore generale che al pubblico. La pubblicazione di oggi riflette la nostra continua dedizione alla trasparenza e alla definizione dello standard nel nostro settore”.

Le riserve di Tether e la capitalizzazione di mercato

La questione delle riserve rese pubbliche dimostra definitivamente che Tether è “full backed” e rientra negli accordi presi con il Procuratore di New York per chiudere la causa che minacciava la storia stessa di USDT. 

Ad ogni modo il mercato ha sempre avuto fiducia in Tether, regina delle stablecoin. Oggi è quinta come capitalizzazione di mercato (secondo Coinmarketcap), con un market cap che ha recentemente superato i 50 miliardi ed ora è pari a 57 miliardi di dollari. 

Per capire il suo dominio sul mercato basta sapere che la seconda stablecoin in classifica, USDC (14° nel ranking di Coinmarketcap) ha una capitalizzazione di “soli” 14 miliardi di dollari. 

Probabilmente la maggiore trasparenza che Tether sta dando alle sue riserve potrà contribuire a farne crescere ancora di più l’adozione. 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.