banner
Crypto, lettera a Janet Yellen: “Proteggere gli investitori”
Crypto, lettera a Janet Yellen: “Proteggere gli investitori”
Criptovalute

Crypto, lettera a Janet Yellen: “Proteggere gli investitori”

By Eleonora Spagnolo - 31 Mag 2021

Chevron down

Il Senatore USA Rick Scott ha scritto al Segretario del Tesoro Janet Yellen per chiedere di intervenire sul settore crypto a causa delle tante truffe che imperversano.

Lo riporta Bitcoin.com.

Nella lettera Rick Scott dice espressamente a Janet Yellen di essere preoccupato dei rischi e delle truffe legate alle criptovalute. In primo luogo, nota, il loro valore è drasticamente crollato nelle ultime settimane, mentre i report su truffe e frodi dimostrano che i casi sono in crescita vertiginosa.

Nello specifico, viene riportata la ricerca della FTC secondo cui le truffe a tema criptovalute costano ai contribuenti 80 milioni di dollari l’anno (valgono 2 milioni le truffe con il nome di Elon Musk), per una perdita media di 1.900 dollari per ogni contribuente.

Per questo il senatore chiede a Janet Yellen di agire per:

“proteggere i consumatori e gli investitori legittimi dalle diffuse truffe sulle criptovalute”. 

Per questo chiede anche come il Dipartimento del Tesoro USA intenda intervenire per prevenire e identificare truffe, frodi, nella compravendita di criptovalute da parte degli utenti statunitensi.

Nella stessa lettera viene anche chiesto come gli Stati Uniti si difendano dalle interferenze di stati quali Russia e Cina. Infine, Rick Scott chiede se esistano tool che possano proteggere e guidare gli investitori nelle loro scelte.

La posizione di Janet Yellen sulle criptovalute

È noto che il nuovo segretario del Tesoro USA dell’era Biden non può certo definirsi crypto friendly. Al contrario, Janet Yellen pur riconoscendo le opportunità del settore crypto si è detta preoccupata proprio per gli usi illeciti che ne vengono fatti.

Truffe e frodi sono solo una parte di ciò che preoccupa Janet Yellen. L’altra grossa preoccupazione è che le criptrovalute siano utilizzate per finanziare il terrorismo, contro cui gli Stati Uniti stanno combattendo una battaglia storica.

Sembra proprio che nei 4 anni dell’era Biden ci sarà modo di arrivare ad una regolamentazione del settore, viste le pressioni che sembrano arrivare da più fronti. Bisognerà vedere se delle norme troppo stringenti non metteranno in crisi le attività legate alle criptovalute, con conseguenze anche sui prezzi.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.