banner
Criptovalute: per il co-fondatore di Dogecoin le comprano gli sciocchi
Criptovalute: per il co-fondatore di Dogecoin le comprano gli sciocchi
Altcoin

Criptovalute: per il co-fondatore di Dogecoin le comprano gli sciocchi

By Marco Cavicchioli - 2 Giu 2021

Chevron down

Il co-fondatore di Dogecoin, Billy Markus, ha detto che la maggior parte di coloro che acquistano criptovalute sono sciocchi. 

Sul suo profilo Twitter “Shibetoshi Nakamoto” ha pubblicato un tweet ironico con il quale si domandava perché il prezzo di bitcoin nei giorni scorsi stesse scendendo, nonostante Bitcoin abbia un tetto massimo di BTC che verranno mai emessi. 

In altre parole ha messo in dubbio che la natura deflattiva possa dare a Bitcoin un valore. D’altronde ad esempio Dogecoin non ha natura deflattiva, e non ha un tetto massimo ai token che potranno essere creati. 

Markus ha poi esteso il ragionamento a tutte le criptovalute, e tra tutte le risposte ricevute c’è stata quella di Ben Royce, che ha suggerito che dietro la crescita del valore delle criptovalute ci sia la cosiddetta “teoria del più sciocco”, ovvero che i prezzi aumentano perché si trova qualche sciocco disposto a pagare sempre di più. 

A questo punto, chiedendosi quanto del valore delle criptovalute si basi su questa teoria, e quanto invece su ragioni tecniche o tecnologiche, Markus ha affermato di ritenere il 99,99% degli acquisti di criptovalute vengano fatto secondo la dinamica della teoria del più sciocco, ovvero fondamentalmente solo sperando che aumentino di valore. 

Il co fondatore di Dogecoin e la teoria degli sciocchi

Infatti secondo la teoria del più sciocco, è possibile trarre profitto anche dall’acquisto di beni sopravvalutati se si trova un compratore ancora più sciocco disposto a pagare un prezzo maggiore. Secondo questa teoria il ciclo continua finché non rimangono sciocchi ancora maggiori a cui vendere. 

Inoltre Markus, che da tempo non ha più un ruolo attivo nello sviluppo di Dogecoin, qualche mese fa disse che Dogecoin “fu davvero creato per gli sciocchi” in sole 3 ore. 

Ha scritto: 

Le prime settimane dopo il rilascio di Dogecoin sono state incredibilmente veloci e penso che lo descriverei succintamente come “completa follia assoluta”. È passato molto rapidamente da uno stupido scherzo a qualcosa che valeva qualcosa per le persone, e una comunità si stava sviluppando rapidamente, con molte persone losche e molte nuove persone che creavano rapidamente servizi e infrastrutture attorno ad essa”. 

Inoltre ha aggiunto che non comprende come il prezzo di Dogecoin possa andare a 1$, sebbene accetti che la community che ruota attorno a questa criptovaluta ormai gli assegni di fatto un valore. 

Tuttavia l’ipotesi che tra coloro che acquistano Dogecoin la stragrande maggioranza lo faccia solo perchè crede di guadagnarci rivendendolo, o utilizzandolo, ad un prezzo maggiore, appare quantomeno plausibile. Probabilmente la stessa cosa vale anche per Bitcoin, ma perlomeno la sua natura deflattiva rende più ragionevole l’ipotesi che possa acquisire valore nel tempo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.