banner
ETF su Bitcoin, cosa sono e perché sono tanto attesi
ETF su Bitcoin, cosa sono e perché sono tanto attesi
Blockchain

ETF su Bitcoin, cosa sono e perché sono tanto attesi

By Eleonora Spagnolo - 20 Giu 2021

Chevron down

Gli ETF su Bitcoin rappresentano un prodotto che permette di investire in bitcoin senza acquistare bitcoin.

Per spiegare meglio quello che sembra un gioco di parole, è bene capire prima cosa sia un ETF. ETF sta per Exchange Traded Fund, cioè un fondo di scambio. Sono azioni che replicano il valore di un sottostante.

Sono molto comuni gli ETF sull’oro: grandi società comprano ingenti quantità di oro, ma non scambiano l’oro, bensì ETF: vengono messe sul mercato le azioni che replicano il prezzo dell’oro, mentre il gold vero e proprio viene custodito e fa da sottostante. Questo rende il trading dell’oro più facile.

Allo stesso modo funzionano gli ETF su Bitcoin prevedono che chi li emetta compri una certa quantità di Bitcoin come sottostante, emettendo poi delle azioni, gli ETF appunto, che replicano il valore del Bitcoin.

Perché gli investitori istituzionali vogliono gli ETF su Bitcoin

Perché comprare un ETF invece del Bitcoin? Gli ETF sono prodotti che si addicono meglio ad un pubblico istituzionale per una serie di motivi. Eccone alcuni:

  • quello degli ETF è un mercato regolamentato, dunque consumatori/investitori sono tutelati;
  • Gli ETF non hanno bisogno di wallet, chiavi private e sistemi di sicurezza tanto utili quanto delicati, per custodire Bitcoin.

Detto questo, non resta che capire perché la SEC statunitense non ha ancora approvato gli ETF su Bitcoin. A preoccupare la Securities and Exchange Commission è la volatilità di Bitcoin. Queste settimane hanno dimostrato che Bitcoin è in grado di guadagnare e perdere anche il 10-20% del suo valore in una sola giornata. Questo spinge la SEC ad essere molto prudente per non danneggiare gli investitori. Tuttavia gli ETF su Bitcoin già esistono. Ad esempio nel vicino Canada, dove da qualche mese sono regolarmente quotati, ma anche in Brasile.

L’ingresso di investitori istituzionali nel mercato del Bitcoin ha fatto salire la domanda per prodotti specifici e più adatti a questo target. Gli ETF su Bitcoin soddisfano questa esigenza. In un momento di particolare hype del mercato, quando l’inflazione minaccia la tenuta del denaro cash, ma quando le competenze tecnologiche non sono ancora sufficienti per acquistare direttamente Bitcoin dai comuni exchange, si comprende perché gli ETF su Bitcoin assumano tanta importanza. Bisognerà vedere se queste motivazioni basteranno alla SEC per arrivare ad una definitiva approvazione che comporterebbe il lancio di questo strumento anche negli Stati Uniti.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.