“;}
?>

Bitcoin.org sotto attacco DDoS con richiesta di riscatto in BTC
Bitcoin.org sotto attacco DDoS con richiesta di riscatto in BTC
Sicurezza

Bitcoin.org sotto attacco DDoS con richiesta di riscatto in BTC

By Stefania Stimolo - 6 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il sito web su Bitcoin per eccellenza, Bitcoin.org ha subito un attacco DDoS massiccio e ora gli hacker chiedono un riscatto di 0,5 Bitcoin. 

A condividere la notizia è stato proprio il proprietario del sito, con lo pseudonimo di Cøbra, sul suo account di Twitter:

“http://Bitcoin.org che viene colpito da un attacco DDoS assolutamente massiccio e una richiesta di riscatto per inviare Bitcoin o continueranno. Non credo di essere stato così offeso da un po’. Feccia ingrata.”

Il pagamento richiesto sembra essere di 0,5 BTC, l’equivalente (al momento della scrittura) di poco più di 17.000$. 

Cøbra, intanto, sembra non passarsela per niente bene e specifica come segue: 

“Ai tempi si poteva combattere ragionevolmente contro la maggior parte degli attacchi DDoS. Ora ti tirano giù a piacimento. Non c’è più una ‘lotta’, vai giù e rimani giù finché non ti lasciano in pace”.

E infatti, Cøbra è stato preso di mira da un attacco Distributed Denial of Service (DDoS) per un importo di riscatto considerevole, valutando che il sito web è di tipo educativo. Infatti, Bitcoin.org è il sito web storico di Bitcoin, nato proprio quando è nata la regina delle crypto. 

Non solo, questa vicenda poco felice arriva a un mese dalla causa persa per Cøbra di continuare a condividere il Whitepaper di Bitcoin sul suo sito web. Una disputa iniziata dal Craig Wright lo scorso gennaio, che chiedeva a Bitcoin.org appunto di rimuovere il whitepaper di BTC per violazione di copyright. 

Bitcoin.org e l’attacco DDoS: gli hacker questa volta puntano un sito educativo

Nonostante le dichiarazioni di Cøbra, il sito web di Bitcoin.org ora sembra essere funzionante, pronto ad aiutare gli individui, imprese e sviluppatori della community a trovare gli strumenti che gli servono. 

La cosa più sconcertante di questa situazione è proprio che per la prima volta, gli hacker abbiano puntato, per il loro attacco massiccio, un sito educativo, che non detiene fondi. 

E infatti, i precedenti attacchi DDoS sono stati spesso eseguiti sulle piattaforme di exchange, wallet, gateway di pagamento e, addirittura, i social network. 

Solo nel 2020, sono stati riportati attacchi DDoS da Binance e altri due attacchi DDoS per BitMEX, ovvero da due crypto-exchange. Ma che cos’è un attacco DDoS?

L’attacco DDoS (Distributed Denial of Service) mette in crisi i server di un sito ricevendo numero di richieste molto elevate che causano l’intasamento del server e quindi l’impossibilità di un normale utilizzo. 

L’eccessivo sovraccarico porta ad avere i server down, creando quindi un disservizio per tutti gli utenti che da quel momento in poi non possono accedervi. 

Bitcoin.org e il whitepaper di Bitcoin

Di recente, il sito Bitcoin.org aveva anche avuto altri problemi. Craig Wright, infatti, aveva vinto contro Cøbra la causa per i copyright del whitepaper di Bitcoin.

Per questo motivo il creatore del sito web aveva dovuto pagare ($48,600) per le spese legali di Wright e anche pubblicare una dichiarazione che riconosce il giudizio per non meno di 6 mesi.

 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.