Riot Games si prepara a lanciarsi nel mondo degli NFT
Riot Games si prepara a lanciarsi nel mondo degli NFT
Gaming

Riot Games si prepara a lanciarsi nel mondo degli NFT

By Amelia Tomasicchio - 6 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Riot Games, famoso produttore di videogiochi di successo come League of Legends (LOL) e Valorant ha compilato un trademark nel settore dei non fungible token (NFT).

In particolare, il trademark è stato richiesto in Brasile per Wild Rift, ovvero la versione mobile del gioco League of Legends.

Purtroppo ancora poco dato conoscere sul progetto e per ora si tratta solo di rumors diffusi a seguito della notizia del trademark.

Gli NFT nel gaming

Sicuramente il settore dei videogiochi è quello in cui gli NFT sta prendendo largo piede. 

Decine sono ormai i giochi online e i metaversi che usano non fungible token, come per esempio Sorare, Wallem e anche GTA 6 si pensa possa presto entrare nel mondo delle criptovalute.

Il mercato degli NFT

Nonostante quanto si possa pensare, è però il settore dei collezionabili e non quello del gaming in cui troviamo che gli NFT abbiano il loro maggiore successo.

Ad ogni modo, in generale, secondo i dati diffusi oggi da Reuters, il volume delle vendite di NFT è salito a $ 2,5 miliardi nella prima metà del 2021.

Si tratta di un nuovo massimo segnato nel secondo trimestre di quest’anno con $ 2,5 miliardi di vendite, rispetto ai soli $ 13,7 milioni della prima metà del 2020.

Sempre secondo questo report, Opensea avrebbe stabilito un suo nuovo record personale proprio nel mese di giugno 2021, segnando 150 milioni di dollari in NFT venduti.

Inoltre, gli acquirenti di NFT sarebbero diventati oltre 20,000 a settimana week dallo scorso marzo, secondo i dati riportati da NonFungible.com che redige questi report per quanto riguarda la sola blockchain di Ethereum. In totale, quindi gli acquirenti sono molti di piu se contiamo che gli NFT ormai si trovano anche su Cardano, Zilliqa, EOS e Bitcoin Cash.

 Sempre secondo NonFungible.com, nel corso del 2021, il mercato primario e secondario hanno subito un grande hype per gli NFT soprattutto nel mese di maggio.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e Business Developer di Huobi per il mercato italiano.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.