banner
Dogecoin e PAWS Chicago: donazioni crypto per aiutare gli animali
Dogecoin e PAWS Chicago: donazioni crypto per aiutare gli animali
Altcoin

Dogecoin e PAWS Chicago: donazioni crypto per aiutare gli animali

By Stefania Stimolo - 25 Ago 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

La PAWS Chicago ha lanciato la “Dogenations”, una campagna di donazioni crypto per aiutare gli animali, con protagonista la crypto dei cani per eccellenza: Dogecoin (DOGE). 

La campagna “Dogenations”

Secondo quanto riportato, il più grande rifugio per gli animali ‘No Kill’ avrebbe collaborato con l’agenzia creativa Leo Burnett per attivare la campagna soprannominata “Dogenations”.

Infatti, è stata proprio un’idea della Leo Burnett quella di utilizzare la crypto dei meme Dogecoin, che vede uno Shiba Inu giapponese come suo testimonial, per attirare gli utenti crypto nel suo scopo.

La missione di PAWS Chicago è proprio quella di presentare presto il nuovo ospedale all’avanguardia per animali senza casa, il PAWS Chicago Medical Center. 

Il nuovo centro medico premier permetterà a PAWS Chicago di sostenere la cura di oltre 28.000 animali ogni anno, fornendo cure per cani e gatti a livello locale e da 13 stati ad alta mortalità dove gli animali domestici sono più a rischio di eutanasia. Ogni donazione sostiene questo lavoro salvavita e promuove la missione dell’organizzazione.

A tal proposito, Susanna Homan, amministratore delegato di PAWS Chicago, ha dichiarato:

“Siamo un’organizzazione lungimirante e basata sulle soluzioni, ed è per questo che siamo ansiosi di connetterci con la crescente comunità delle criptovalute, che può aiutare a sostenere il futuro del benessere degli animali a Chicago e salvare la vita degli animali”.

Dogecoin per salvare gli animali con le donazioni crypto

È la prima volta che la PAWS Chicago accetta donazioni in crypto. Oltre DOGE, le crypto accettate dovrebbero includere anche Bitcoin (BTC), Ether (ETH) e altri token.

L’agenzia Leo Burnett è già famosa sul campo grazie alla sua abilità nel capitalizzare la cultura meme, come quella del meme “occhi laser”, con una pubblicità che si rivolgeva ad un demografico tech-savvy di potenziali donatori.

L’idea attuale quindi prevede una campagna pubblicitaria di cartelloni digitali con un cane che spara laser dagli occhi e il QR code visibile sulle pubblicità.

Ed ecco perché la scelta di Dogecoin per questa campagna. A tal proposito, Ben Doessel, Associate Creative Director di Leo Burnett ha affermato:

L’ascesa di Dogecoin è un’ulteriore prova che le persone amano i cani. Il nostro team ha accoppiato questo meme di tendenza con PAWS Chicago, che è stata una forza trainante nel benessere degli animali per decenni, per dare agli amanti dei cani un nuovo modo per avere un impatto reale”.

Tutti vogliono Dogecoin (DOGE)

Oltre la presente campagna salva-animali in Chicago, Dogecoin continua a riscuotere consensi con fan attivi che partecipano per la sua diffusione, in modo che DOGE rimanga tra le prime 10 crypto per capitalizzazione di mercato.

E infatti, di recente, è tornata live una petizione dei sostenitori della crypto dei meme che vuole raccogliere 2500 firme per chiedere a Walmart di adottare DOGE come mezzo di pagamento nei suoi punti vendita.

Al momento della scrittura di questo articolo, le firme sono arrivate a 2.250, quasi un passo dall’obiettivo preposto e chissà che il colosso del retail statunitense non accetti la proposta dei fan affiatati.

Un altro evento interessante a casa Dogecoin, lo sta poi organizzando la stessa Dogecoin Foundation che, dopo essersi eclissata dal 2014, è tornata con rappresentanti del calibro di Elon Musk, CEO di Tesla, e Vitalik Buterin, Co-Founder di Ethereum.

Dopo 3 anni di fermo anche del canale Twitter e del sito web, ora sembra essersi riattivato il tutto.

Non solo, proprio come per la regina delle crypto, Bitcoin, è ora possibile verificare anche l’indicatore Fear and Greed di Dogecoin, che ad oggi è al punteggio di 63 di euforia.

 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.