banner
Binance chiude i derivati crypto in Europa
Binance chiude i derivati crypto in Europa
Criptovalute

Binance chiude i derivati crypto in Europa

By Marco Cavicchioli - 30 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Binance ha annunciato ufficialmente che ridurrà la sua offerta di future e derivati crypto in Europa. 

Dopo il warning della Consob italiana, proprio sui derivati e sugli stock token, l’exchange crypto aveva già eliminato completamente questi ultimi a livello globale, mentre la misura annunciata oggi si riferisce solo al mercato europeo. 

In particolare la società fa sapere che ridurrà le sue offerte di prodotti derivati ​​e future in Germania, Italia e Paesi Bassi con effetto immediato. Pertanto gli utenti residenti in questi paesi non possono già più aprire nuovi conti per questo tipo di prodotti. 

Nei prossimi giorni saranno sospesi anche tutti gli scambi di questi prodotti in tali paesi, anche se non si sa ancora da quando. A partire dalla data, che sarà annunciata in un prossimo annuncio, gli utenti di questi paesi avranno 90 giorni per chiudere tutte le posizioni aperte su future e derivati su Binance. 

In questo modo l’exchange può continuare ad operare, visto che togliendo gli stock token e non consentendo ad italiani, tedeschi ed olandesi di utilizzare derivati, annulla di fatto il warning della Consob italiana, ed anticipa eventuali ulteriori problematiche simili in Germania e Paesi Bassi. 

Stamattina, dopo la pubblicazione di questo annuncio, i mercati crypto hanno fatto segnare un leggero calo generalizzato, con il prezzo di bitcoin sceso del 2,8% in dieci minuti. Il calo poi è proseguito per altri quaranta minuti, con una perdita complessiva di quasi il 3,4%. 

Da notare però che, più o meno contemporaneamente, l’euro si è apprezzato sul dollaro americano, superando quota 1,19$ per la prima volta dal 29 giugno. In altre parole questa mattina i mercati europei sembravano essere particolarmente attivi, mentre invece negli USA ormai era notte fonda. 

Le decisioni di Binance dopo il warning della Consob, che è l’autorità governativa italiana di vigilanza sui mercati finanziari, sono giunte in modo decisamente rapido, con la prima giunta già il giorno dopo, e la seconda giunta due settimane dopo. In altre parole in una quindicina di giorni l’exchange sembra aver risolto ogni problematica nota in atto contro il regolatore italiano. 

Ricordiamo che il mercato crypto spot, sul quale si scambiano direttamente token e valute fiat, non è regolamentato, quindi chi opera in questo settore non è tenuto ad osservare particolari normative. Sono invece regolamentati i mercati dei future, e dei derivati, e quello delle azioni. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.