banner
Un tribunale ordina a Ripple di inviare 1 milione di messaggi slack alla Sec
Un tribunale ordina a Ripple di inviare 1 milione di messaggi slack alla Sec
Criptovalute

Un tribunale ordina a Ripple di inviare 1 milione di messaggi slack alla Sec

By Vincenzo Cacioppoli - 6 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Un tribunale americano ha deciso, in maniera piuttosto clamorosa, di dare ragione alla Sec, che ai primi di agosto aveva fatto richiesta di ricevere le comunicazioni intercorse fra la società crypto Ripple e i loro dipendenti sul famoso social per le comunicazioni Slack.

Comunicazioni Slack da Ripple alla SEC al costo di $ 1 milione

Si tratta di circa un milione di conversazioni Slack che hanno avuto luogo tra Ripple e i suoi dipendenti. 

Ripple ha affermato che la produzione di queste comunicazioni costerebbe fino a $ 1 milione. Ma il giudice Sarah Netburn considerava i testi una prova importante e unica. il giudice ha notato che crede che queste informazioni aggiuntive siano importanti nella causa, e quindi la mozione della SEC è stata accolta.

Inoltre Il giudice ha sostenuto che il costo di Ripple era assai sproporzionato rispetto all’importanza di questi nuovi documenti nella causa pendente.

Questa decisione si inserisce all’interno della causa che la SEC ha intentato nel Dicembre dello scorso anno contro la società cripto, accusata di aver raccolto oltre $ 1,3 miliardi attraverso un’offerta di titoli di asset digitali non registrata.

La lunga battaglia legale fra la Sec e Ripple

La storia della causa intentata dalla Sec contro Ripple, il co-fondatore Christian Larsen e il CEO Bradley Garlinghouse, è una causa che la compagnia stessa ha definito come un possibile colpo al cuore di tutta l’industria della criptovalute.

L’accusa che la Sec muova a Ripple riguarda non solo il fatto che si siano venduti titoli non regolamentati, perché considera la società una security e quindi come tale dovrebbe agire, ma il fine potrebbe essere quello di minare la credibilità stessa di quella che attualmente è la terza criptovalute per capitalizzazione, dopo Bitcoin ed Ethereum.

A differenza di Bitcoin ed Ethereum, che vengono coniati lentamente nel tempo, XRP non dipende dai minatori per creare e distribuire i suoi token. Invece, i fondatori di Ripple hanno creato l’intera fornitura di XRP, 100 miliardi di essi, in un colpo solo. E proprio questo sarebbe uno degli argomenti chiave usati dalla sec per dimostrare che non si può definire decentralizzata come Bitcoin ed Ethereum.

Ripple SEC Slack
La causa tra Ripple e la SEC potrebbe cambiare il mondo crypto

Una causa che potrebbe avere pesanti ripercussioni sul mondo crypto

Secondo molti osservatori questa causa fra la Sec e Ripple, potrebbe rappresentare una possibile spada di Damocle per tutto il mondo cripto e per la sua futura regolamentazione.

Una sconfitta in tribunale di Ripple potrebbe aprire decine di cause da parte non solo della Sec ma anche di investitori contro aziende simili, generando un effetto domino difficilmente prevedibile. Basti pensare che a Dicembre il titolo Ripple, dopo la notizia della causa aperta dalla Sec ha perso il 23% del suo valore.

È passato più di un decennio da quando questa nuova classe di attività è stata pubblicata e dobbiamo ancora iniziare a concentrarci sulla creazione di regolamenti mirati ad essa“, ha affermato Carol Goforth, professoressa presso la School of Law dell’Università dell’Arkansas che studia criptovaluta e che spiega molto bene come questo fatto possa rappresentare uno spartiacque per tutto il mondo delle criptovalute e la delicata questione della sua regolamentazione.

 

Vincenzo Cacioppoli
Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.