Stati Uniti, sospeso il tetto del debito: gli effetti
Stati Uniti, sospeso il tetto del debito: gli effetti
News dal Mondo

Stati Uniti, sospeso il tetto del debito: gli effetti

By Eleonora Spagnolo - 21 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Gli Stati Uniti sospenderanno il tetto del debito. Lo ha annunciato la speaker della Camera Nancy Pelosi, in una dichiarazione congiunta insieme al leader della maggioranza in Senato Chuck Schumer. 

Tetto del debito: le conseguenze sull’economia degli Stati Uniti

Proprio nei giorni scorsi il segretario del Tesoro USA, Janet Yellen ha fatto appello al Congresso perché fosse innalzato il tetto del debito degli Stati Uniti.

Attualmente il governo ha sospeso alcuni investimenti per garantire liquidità. Ma quando questo ammontare di denaro finirà, gli Stati Uniti diventerebbero insolventi, con conseguenze disastrose per l’economia nazionale. Senza contare che una crisi economica negli Stati Uniti non è mai isolata: c’è il rischio di contagio internazionale. 

Proprio ieri, dalle pagine del Wall Street Journal, Janet Yellen ha avvertito che un caso di default, gli Stati Uniti non potrebbero che uscirne come una nazione perennemente debole

A queste parole ha risposto la speaker della Camera Nancy Pelosi, che ha trovato un accordo anche in Senato.

Gli Stati Uniti infatti hanno un sistema bicamerale per cui ogni legge deve essere approvata in entrambi i rami del Congresso. 

Nella dichiarazione congiunta, Nancy Pelosi e Chuck Schumer hanno annunciato che la Camera dei Rappresentanti approverà la legislazione per finanziare il governo fino a dicembre di quest’anno, evitando il cosiddetto shutdown che sarebbe scattato il 30 settembre. 

In più la legge che sarà approvata garantirà la sospensione del limite del debito fino al dicembre 2022. Questa misura protegge l’economia degli Stati Uniti, evitando rischi catastrofici. 

Spiegano Pelosi e Schumer:

“Affrontare il limite del debito significa rispettare gli obblighi che il governo ha già preso, come la legislazione bipartisan di emergenza COVID di dicembre e i pagamenti vitali ai beneficiari della sicurezza sociale e ai nostri veterani.  Inoltre, come l’amministrazione ha avvertito la settimana scorsa, un’imprudente default forzato dai repubblicani potrebbe far precipitare il paese in una recessione”.

L’esultanza di Joe Biden

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha accolto con soddisfazione la mossa dei democratici. 

In un tweet ha dichiarato: 

“Plaudo a questo piano di Pelosi e Schumer per mantenere il governo aperto, fornire assistenza in caso di disastri ed evitare un default catastrofico. Questa è una responsabilità bipartisan, proprio come lo era sotto il mio predecessore. Bloccarla sarebbe imperdonabile”.

Stati Uniti
Nancy Pelosi ha parlato alla Camera

Il rapporto tra Bitcoin e debito USA

Sui social le notizie provenienti dal Congresso USA hanno scatenato l’entusiasmo di qualcuno che vede un possibile legame con Bitcoin.

In realtà in queste ore Bitcoin è travolto dalla crisi dei mercati finanziari e dal panico proveniente dalla Cina, dove il caso Evergrande rischia di abbattersi come un macigno sulla tenuta dell’intero sistema. Si ipotizza qualcosa di simile a quanto accadde nel 2008 con il fallimento di Lehman Brothers.

Il timore che sta travolgendo i mercati ha contagiato anche Bitcoin che è tornato sotto i 43.000 dollari, con una perdita del 6% in 24 ore. Anche Ethereum sta lottando per mantenere il supporto dei 3.000 dollari. 

Sembra quasi di rivedere la stessa scena di marzo 2020 quando il panico sui mercati travolse anche il settore crypto e Bitcoin scese fin sotto i 4.000 dollari. Bitcoin si è dimostrato resiliente tanto da riprendersi e moltiplicare il suo valore di 15 volte tanto. La community crypto è fiduciosa che anche questa volta BTC si ripeterà. 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.