Regolamentazione crypto: Michael Saylor apprezza le ipotesi di Gary Gensler
Regolamentazione crypto: Michael Saylor apprezza le ipotesi di Gary Gensler
Criptovalute

Regolamentazione crypto: Michael Saylor apprezza le ipotesi di Gary Gensler

By Marco Cavicchioli - 23 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Qualche giorno fa il Presidente della SEC, Gary Gensler, è stato intervistato dal Washington Post in merito alle criptovalute. 

Durante l’intervista ha più volte posto l’accento sulla necessità di regolamentarle, come è logico aspettarsi dal presidente di una delle più importanti autorità di regolamentazione finanziarie degli USA. 

Regolamentazione e futuro delle criptovalute

Una cosa che però ha un po’ stupito è che ieri il noto influencer crypto Michael Saylor, CEO di MicroStrategy, ha commentato positivamente l’intervista di Gensler. 

Secondo Saylor gli sviluppi normativi in questo campo sarebbero in realtà positivi per Bitcoin, perchè potrebbero ridurne la volatilità, facendo aumentare anche la fiducia del pubblico e l’adozione istituzionale e retail.

Tutto questo potrebbe accelerare mano a mano che la chiarezza e la conformità normativa riusciranno a diffondersi all’interno del settore degli asset digitali.

Il CEO di MicroStrategy è sempre molto bullish su Bitcoin, ma non appartiene a quella community di anarco-capitalisti anti-sistema all’interno della quale è nato Bitcoin. 

Ha co-fondato la società ben 32 anni fa e l’ha sempre fatta operare all’interno dei mercati finanziari tradizionali, rispettando le normative statunitensi in ambito finanziario. 

Ciò che afferma riguardo alle prospettive di crescita di Bitcoin anche in caso di regolamentazione potrebbe anche essere vero, in base però a come saranno queste regolamentazioni. 

Differenze tra asset e limiti speculativi. La politica della Fed

Bitcoin è una cosa, mentre le altre criptovalute riguardano una dimensione completamente differente, con ben pochi punti in comune, soprattutto in rapporto al percorso di crescita e diffusione (solo Ethereum e pochissime altre). 

Lo stesso Gensler durante l’intervista al Washington Post ha parlato in modo separato ad esempio di stablecoin, che necessitano di regole specifiche per poter essere normate, ma anche di security token, ovvero di asset digitali che non sono semplici token di pagamento come BTC ed ETH. 

Ha anche sollevato una questione per quel che riguarda i prestiti disintermediati della finanza decentralizzata, ovvero quelli che consentono di guadagnare APY significativi sulle piattaforme DeFi.

Gensler sostiene anche che sia improbabile che le criptovalute sostituiscano le valute fiat tradizionali, e che le criptovalute spesso siano asset speculativi.

In un quadro così complesso, anche altri analisti sostengono che una buona regolamentazione sui token di pagamento come Bitcoin potrebbe giovare non solo alla sua diffusione, ma anche al suo valore. 

Gary Gensler SEC
Regolamentazione e criptovalute

Secondo il Global Head of trading di GSR, Anthony Vince, la principale minaccia alla crescita delle criptovalute al momento sarebbe proprio la scarsa chiarezza normativa, perchè una maggiore chiarezza consentirebbe alle istituzioni di entrare senza problemi in questo mercato, visto che sono abituate a rispettare regole molto rigorose. 

Vince afferma anche che la politica monetaria della Fed da questo punto di vista sia meno impattante, rispetto alla chiarezza normativa, perchè ci sono comunque molti capitali che ruotano attorno al crypto in questo momento. 

Ha poi ricordato che solitamente settembre e ottobre sono mesi altamente volatili, dopo il ritorno dalla pausa estiva, affermando di vedere il prezzo di BTC che spinge per tornare attorno a quota 50.000$. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.