Approvato il Volt Bitcoin Revolution ETF
Approvato il Volt Bitcoin Revolution ETF
Bitcoin

Approvato il Volt Bitcoin Revolution ETF

By Marco Cavicchioli - 8 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Qualche giorno fa la SEC ha approvato il Volt Crypto Industry Revolution and Tech ETF (BTCR). 

Si tratta di un ETF a gestione attiva che cerca di raggiungere il proprio obiettivo d’investimento attraverso la maggior parte del proprio patrimonio in società che hanno esposizione a bitcoin ed alla sua infrastruttura di supporto.

Volt Bitcoin Revolution ETF, non un vero ETF su Bitcoin

Non è un ETF che consente di prendere posizione sul prezzo di BTC, ma su quello di azioni di società che hanno BTC in portafoglio, o il cui valore è in qualche modo correlato a quello di Bitcoin. 

Il fondo definisce queste società con esposizione a bitcoin come “Bitcoin Industry Revolution Companies”, ovvero aziende che detengono la maggior parte delle loro attività nette in BTC, o che traggono la maggior parte delle proprie entrate o grazie a bitcoin. Da questa definizione sono esclusi gli ETF canadesi già esistenti su bitcoin, fondi privati e Grayscale.

Il fondo investirà almeno l’80% delle sue attività nette, più eventuali prestiti, in società della Bitcoin Industry Revolution, oltre che in società tecnologiche, opzioni su tali società ed ETF con esposizione a quelle società. 

Il portafoglio dell’ETF includerà circa 30 società come ad esempio Tesla, MicroStrategy, PayPal, Coinbase e Square, e sarà gestito da Volt Equity, società con sede a San Francisco. 

Bitcoin
Volt Bitcoin Revolution è un ETF che ha assets di aziende esposte in Bitcoin

Tad Park guarda anche a Twitter

Inizialmente Volt Equity aveva dichiarato che il 25% delle attività del fondo sarebbe stato costituito da azioni MicroStrategy, ma di recente il fondatore di Volt, Tad Park, ha affermato che questa percentuale potrebbe essere leggermente inferiore

Park ha poi aggiunto che vogliono includere nel paniere anche Twitter e società di mining come Marathon.

Il fondo sarà quotato alla Borsa di New York nelle prossime settimane.

Il valore in borsa di questo ETF dovrebbe risultare un po’ meno volatile di bitcoin, visto che le variazioni di prezzo di BTC si riflettono solo in parte sul valore di titoli come ad esempio Tesla o PayPal. 

Park ha dichiarato

“Un anno fa un ETF come questo non sarebbe stato possibile. Speriamo che questa sia una crepa nella diga”.

Il fondatore di Volt fa riferimento alle prossime decisioni della SEC in merito agli ETF basati proprio su bitcoin, o sui future su BTC. Sembra sempre più probabile una loro possibile approvazione, e la decisione della SEC sul Volt Bitcoin Revolution ETF va proprio in questa direzione. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.