India, nessun ban sulle criptovalute in arrivo
India, nessun ban sulle criptovalute in arrivo
Regolamentazione

India, nessun ban sulle criptovalute in arrivo

By Vincenzo Cacioppoli - 29 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Secondo alcune indiscrezioni di stampa sembra che l’India non seguirà  l’esempio della Cina e non emetterà un nuovo ban verso le attività legate alle criptovalute, come sembrava intenzionata a fare.

India e criptovalute, ban e ripensamenti

Dovrebbe così risolversi una situazione che si sta trascinando da almeno tre anni, culminata nel marzo 2020 quando sembrava potesse essere approvata una legge che mettesse al bando non solo le attività legate alle criptovalute (come in Cina), ma anche il possesso di esse.

Ma ora il vento sembra essere cambiato, e i circa 15 milioni di investitori in crypto indiani possono forse tirare un sospiro di sollievo.

D’altra parte c’è la posizione della Banca Centrale Indiana che è sempre stata contraria allo sviluppo delle criptovalute sebbene siano sempre più popolari.

In un’intervista di fine settembre ad un giornale indiano, il ministro delle finanze Nirmala Sitharaman aveva parlato di criptovalute e delle discussioni che si stavano facendo nel governo a proposito:

 “Non è una questione di alfabetizzazione o comprensione – è anche un domanda fino a che punto questa sia una valuta trasparente; sarà una valuta disponibile per tutti? El Salvador potrebbe essere un luogo eccezionale dove hanno provato qualche sperimentazione. Ci sono altri paesi che stanno parlando della banca centrale che ha una criptovaluta legittima. Questa potrebbe essere una possibilità” 

Criptovalute come materie prime

Secondo le prime indiscrezioni trapelate dal Ministero delle Finanze, la nuova regolamentazione dovrebbe trattare le criptovalute come un asset finanziario alla stregua delle materie prime.

Ha detto un funzionario:

“Quello che non dovrebbe succedere domani è che se avvio una valuta digitale personale, e dopo un buon marketing tutti la comprano e una volta che ha apprezzato, scappo perché sono un giocatore privato! Tutti hanno effettivamente acquistato quella valuta utilizzando altri asset. Il governo deve guardare alla regolamentazione per evitare quanto sopra”. 

India ban criptovalute
L’India potrebbe sfruttare il ban alle criptovalute imposto dalla Cina

L’India ama le crypto

L’India è uno dei paesi a più alto tasso di crescita in investimenti in criptovalute con numerose start up impegnate nel business.

Questa accelerazione sul progetto di regolamentazione sulle criptovalute, secondo alcuni esperti, potrebbe avere attinenza con il recente bando imposto dalla Cina.

Secondo Kapil Rathi, fondatore di CrossTower, l’India potrebbe avere un’enorme opportunità di beneficiare della repressione cinese sull’industria delle criptovalute. Ha affermato in proposito:

“La repressione della Cina a tale innovazione e progresso è a beneficio dell’India, e il paese dovrebbe ora abbracciare questa nuova tecnologia a braccia aperte. Le criptovalute possono rendere l’India un leader globale in questa nuova tecnologia”.

Criptovalute e regolamentazione

In molti paesi si sta discutendo da tempo di come normare il mondo delle criptovalute, ma fino ad ora quasi nessun paese ha trovato una precisa regolamentazione delle criptovalute e delle attività ad esse legate.

Gli Stati Uniti hanno da poco approvato una legge in materia fiscale sui guadagni e sulle transazioni in criptovalute che vengono tassate come fossero beni immobili.

La Svizzera ed Israele sono due dei paesi in cui le criptovalute sono invece già regolamentate come asset finanziario e rappresentano pertanto due modelli per tutto il mondo crypto.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.